8 Trend e-learning per il 2022

trend e-learning

Il mondo dell’e-learning ha assistito ad una rapida crescita negli ultimi due anni e si stima che il mercato globale della formazione online raggiungerà più di 370 miliardi di dollari nel 2026. Per non perderci nessuna opportunità, scopriamo quali sono i trend e-learning 2022.

Trend e-learning 2022: cosa aspettarci

Ormai sappiamo tutti di cosa parliamo quando diciamo e-learning: una modalità di istruzione completamente digitale supportata da software Talent LMS.

Visti i numeri in rapida crescita e la costante evoluzione di questo mercato, non possiamo fare a meno di domandarci come anticipare tutte le occasioni che il settore della formazione online ci offrirà. Vediamo quindi quali sono i principali trend e-learning 2022.

Trend e-learning che si riconfermano: flessibilità e coinvolgimento

L’Engagement sarà ancora una volta l’obiettivo centrale, desiderato tanto da chi eroga le lezioni quanto da chi le fruisce. A sostenere il coinvolgimento ci saranno i numerosi servizi che Talent LMS mette a disposizione, come la gamification e il social learning. In particolare, una tendenza che sta diffondendosi all’estero, ma pensiamo che arriverà presto anche in Italia, è quella delle flipped classroom. Tale “didattica capovolta” ribalta il tradizionale apprendimento frontale: lo studente studia in autonomia la lezione, portando poi le conoscenze apprese in classe in cui le condivide con i compagni e le applica a problemi pratici proposti dagli insegnanti.

La flessibilità invece è l’esigenza che farà da sfondo all’e-learning 2022 e che si tradurrà in una maggiore possibilità di personalizzazione del percorso formativo e della sua fruizione. Con i nuovi trend del mobile learning e microlearning, l’utente sarà in grado di gestire in maniera completamente autonoma e libera il proprio apprendimento, senza vincoli di orari o spazi.

Realtà virtuale

Sotto la categoria delle tecnologie immersive, la realtà virtuale trasforma l’ambiente di apprendimento in uno spazio digitale in cui lo studente può imparare, agire e sbagliare in sicurezza. Questo trend elearning 2022 aiuterebbe a ridurre il gap tra teoria ed applicazione pratica, permettendo processi di apprendimento learning by-doing e la possibilità di sperimentare in prima persona un’attività o ruolo.

La realtà virtuale è in grado di coinvolgere direttamente lo studente, isolandolo dall’ambiente in cui realmente si trova e facendo leva sulle sua capacità cognitive. Ciò avviene grazie all’aiuto di alcuni strumenti tecnologici, come visore VR, auricolari e monitor, che permettono all’utente di immergersi completamente, e senza distrazioni, nel mondo digitale. I vantaggi di includere questo trend e-learning sono quindi molteplici:

  • l’utente partecipa attivamente all’attività didattica
  • la realtà virtuale favorisce la concentrazione e alza il livello di attenzione
  • è possibile prendere parte ad attività pratiche formative in prima persona
  • esplorare spazi e tempi simulati facilita l’apprendimento e la memorizzazione
  • gli utenti sono attratti dalle tecnologie innovative e valutano la realtà virtuale come piacevole

Corsi online aperti e gratuiti

Stiamo parlando dei cosiddetti MOOC (massive open online sources), ovvero corsi online gratuiti aperti e di massa sui quali l’e-learning fa sempre più affidamento per costruire l’apprendimento. I MOOC sono videocorsi disponibili in rete e aperti a tutti, messi a disposizione solitamente da canali universitari o canali YouTube.

Uno dei vantaggi di utilizzare corsi online aperti e gratuiti è la possibilità di coinvolgere un elevato numero di utenti e rendere i contenuti formativi altamente accessibili. I MOOC consentono a chiunque di intraprendere un percorso formativo, gestire il proprio apprendimento in maniera autonoma e scegliere che corsi frequentare senza alcuna limitazione.

Apprendimento adattivo

L’apprendimento adattivo sfrutta le capacità degli algoritmi informatici nel registrare i comportamenti degli utenti per costruire percorsi e-learning su misura per ogni singolo studente. Ciò permette di ottimizzare l’esperienza di apprendimento creando contenuti ad hoc e dando la possibilità a ciascuno di fruire dei materiali rispettando i propri ritmi e tempi. L’adaptive learning crea quindi un’esperienza formativa personalizzata, in grado di adattarsi ai bisogni formativi dello studente e di offrire una gestione del proprio percorso e-learning del tutto autonoma.

Nuovo trend e-learning: mobile learning

Smartphone e tablet vengono utilizzati dalla maggior parte di noi quotidianamente e questa intensa attività rende il mobile learning quasi un’esigenza delle nuove generazioni. Questo trend elearning è sicuramente quello che più si svilupperà in questo 2022 in quanto permette di organizzare l’apprendimento in base a personali interessi e tempi.

Il mobile learning permette di accedere ai contenuti formativi usando dispositivi mobile, ovvero da qualunque luogo tu voglia. Inoltre, la possibilità di poter portare sempre con sé le lezioni, rende l’apprendimento via mobile particolarmente efficace e facilmente adattabile alle esigenze di ciascun utente. Altre caratteristiche chiave di questo trend elearning sono l’accessibilità e l’interattività. La prima facilitata dall’ormai abituale uso che facciamo dei dispositivi mobile, la seconda favorita dalla possibilità di feedback e condivisione dei contenuti in tempo reale.

Video

I video sembrano essere il contenuto formativo più apprezzato dagli studenti. Apprendere guardando video online, tutorial o lezioni registrate sta pian piano sostituendo il tradizionale metodo di studio su libri di testo. I video sembrano infatti avere un tasso di ritenzione più alto di molte altre forme di studio.

I vantaggi dell’utilizzo di questo trend e-learning derivano dal fatto che sfrutta uno strumento con cui tutti sono familiari ed interagiscono ogni giorno. I video catturano più rapidamente l’attenzione e facilitano la memorizzazione dei contenuti. Ecco alcuni utili consigli per utilizzare video nel tuo e-learning:

  • crea video di breve durata, in modo tale da non annoiare l’utente e abbassare il suo livello di attenzione
  • usa video interattivi, includendo test e brevi riassunti per coinvolgere maggiormente lo studente
  • aggiungi sottotitoli e riduci la dimensione dei file per rendere la fruizione ancora più accessibile

Microlearning

Il microlearning è una modalità di e-learning che permette di suddividere i contenuti e le attività di formazione in sezioni più brevi, favorendo una gestione flessibile e autonoma del proprio tempo. Questo trend e-learning basa la sua efficacia sull’idea che più unità didattiche piccole e dettagliate facilitino l’apprendimento, rendendolo più proficuo.

In pratica, il microlearning consiste nel realizzare contenuti formativi brevi, ad esempio dai 5 ai 10 minuti, che presentino in modo chiaro un singolo argomento centrale. In questo modo, l’apprendimento risulterà graduale e leggero. Inoltre, la breve durata del contenuto assicura una maggiore attenzione da parte dell’utente e la possibilità di fruire le lezioni in maniera autonoma permette di avere pieno controllo sul percorso e farsi coinvolgere passo a passo.

La gamification rimane un trend e-learning

La gamification si riconferma un trend elearning anche nel 2022. Il motivo per cui tutti i percorsi e-learning dovrebbero includere dinamiche tipiche del gioco al loro interno risiede nella capacità di aumentare il coinvolgimento. Difatti, gli utenti sono incoraggiati a partecipare più spesso e attivamente alla loro esperienza di apprendimento quando sentono che stanno ottenendo qualcosa da essa. E tutto ciò avrà conseguenze straordinarie sull’apprendimento vero e proprio: le conoscenze apprese durante un percorso formativo motivante e stimolante avranno più probabilità di essere ricordate. I servizi di Talent LMS offrono molteplici funzioni di gamification, come:

  • badge o medaglie
  • punti
  • ricompense
  • livelli da raggiungere
  • sfide

E-learning personalizzato

Questo trend e-learning 2022 afferma la centralità dell’utente e il bisogno di costruire percorsi formativi personalizzati. Infatti, l’offerta didattica non deve essere la sola ad essere adattata alle esigenze dello studente, con obiettivi e strumenti su misura. Ciò avviene grazie a strumenti di intelligenza artificiale che consentono di registrare le attività degli utenti in internet e adattare i contenuti in base al loro livello di conoscenza. Difatti, oggi quello che fa la differenza è l’intera esperienza di apprendimento costruita a partire dai bisogni e caratteristiche dell’utente finale.

Siamo giunti alla fine di questo breve excursus sui principali trend e-learning 2022. Abbiamo visto come da un lato alcuni trend e-learning del 2021 sono riconfermati, ma dall’altro il progredire sempre più veloce della digitalizzazione sta dando forma a nuove opportunità di apprendimento. Non ci resta quindi che raccogliere queste preziose informazioni e applicarle nelle strategie e-learning del 2022.

Stai cercando una piattaforma e-learning per la tua azienda? Compila il form cliccando qui per richiedere un preventivo!

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.