Fiere virtuali, ibride e fisiche a confronto: i principali vantaggi

fiere virtuali

Le fiere virtuali sono eventi interattivi in cui le aziende incontrano i propri clienti presentandosi con stand e gadget che fungono da biglietto da visita. Organizzare fiere digitali offre la possibilità di generare nuovi contatti, costruire relazioni con i clienti e far vivere un’esperienza unica.

Solitamente questi eventi si svolgevano in presenza, ma la spinta alla digitalizzazione ha arricchito il ventaglio di soluzioni creative e originali riguardo l’organizzazione di fiere. Difatti, oggi possiamo scegliere tra tradizionali fiere fisiche, fiere virtuali e fiere ibride. Ma in cosa si differenziano queste tre proposte e quali sono i principali vantaggi?

Fiere virtuali e fiere fisiche: quali sono le differenze

Le fiere virtuali rappresentano la versione digitale degli eventi fieristici a cui solitamente si partecipa in presenza, ma con qualche differenza.

Nelle fiere virtuali la presenza fisica dei soggetti coinvolti, da espositori, sponsor fino a clienti, è sostanzialmente ridotta o nulla. Inoltre, se da una parte avere degli stand digitali significa uno scambio di informazioni con il cliente più rapido e diretto, senza rumori di fondo che possono interferire con la comunicazione, dall’altra ciò che manca è il contatto umano. Infatti, sono in molti a ritenere questa caratteristica un aspetto fondamentale dell’evento fieristico, in quanto costruire relazioni significative è uno dei principali obiettivi.

Un’altra cosa che manca alle fiere virtuali è la possibilità di riprodurre sensazioni come l’odore, il gusto e il tatto, che possono essere fondamentali in caso di eventi del settore alimentare, ad esempio. Il coinvolgimento dei partecipanti e la visibilità di sponsor ed espositori sembrano essere però maggiori nelle fiere online, grazie a numerosi servizi che le piattaforme digitali offrono.

Un’ulteriore differenza è rappresentata dai costi: le fiere virtuali costano meno di quelle fisiche. Questo perché le spese relative a spostamenti, allestimenti e  materiali vengono praticamente azzerati. Nelle fiere online l’elemento chiave è la tecnologia, che permette una gestione più dinamica e flessibile di tutto l’evento: dall’invito dei partecipanti fino al follow-up e anche una più semplice organizzazione.

Una terza tipologia di fiere è rappresentata dalle fiere ibride: un modo per sfruttare i vantaggi delle fiere online senza rinunciare all’esperienza di un evento in presenza. Vediamo quindi quali sono le principali caratteristiche.

Cosa sono le fiere ibride e come funzionano

Gli eventi ibridi rappresentano l’unione tra un evento in presenza, in cui le persone si incontrano di persona, e un evento digitale, in cui i partecipanti si riuniscono su piattaforme meeting. Le fiere virtuali ibride offrono la possibilità di partecipare online ad un evento che si sta svolgendo in presenza e di vivere così la medesima esperienza di un evento dal vivo.

Ma come funzionano le fiere ibride? A differenza delle fiere virtuali, le fiere ibride prevedono che parte dell’incontro sia svolto in presenza. In questo caso, parte degli espositori, sponsor e invitati potranno partecipare fisicamente all’evento, mentre altri avranno la possibilità di seguire le fiere online in streaming su piattaforme per eventi virtuali. Il vantaggio? Da un lato, abbattere le barriere fisiche e geografiche che impedirebbero la partecipazione ad un evento in presenza; dall’altro, unire ai servizi innovativi delle fiere virtuali gli aspetti umani e relazionali degli eventi fisici.

Nelle fiere ibride possono essere presenti espositori provenienti da diversi paesi, gli sponsor potranno avere maggiore visibilità e la tua offerta otterrà sicuramente un valore aggiunto. Difatti, saper organizzare un evento ibrido significa anche essere un’azienda all’avanguardia e pronta a cogliere le nuove innovazioni del mondo digitale.

Alcuni esempi di fiere digitali ibride, in particolare nell’ambito delle mostre d’arte, le trovi citate in questo articolo de Ilsole24ore: Il formato ibrido convince più della fiera online.

Tutti i vantaggi delle fiere digitali

Le fiere online rappresentano una vera e propria opportunità di business da integrare nella strategia di marketing aziendale. Questo perché le fiere virtuali hanno numerosi vantaggi che le rendono più efficaci e attrattive delle tradizionali fiere fisiche, tra cui:

  • Azzeramento dei costi di logistica, materiali ed allestimenti che si traducono in un risparmio economico.
  • Possibilità di coinvolgere un maggior numero di espositori e sponsor (anche esteri) e permettere la partecipazione di un più ampio pubblico, proveniente da tutto il mondo.
  • Possibilità di avviare sessioni in plenaria e sessioni parallele
  • Raccolta di dati real-time sull’andamento dell’evento, gradimento e contatti dei clienti
  • Sostenibilità ambientale
  • Comunicazione diretta tra aziende e clienti
  • Possibilità di rendere le fiere digitali ancora più interattive grazie alle tecniche della realtà aumentata e virtual tour

Il vantaggio più grande? Poter personalizzare l’esperienza di ciascun partecipante. Fin dal principio, con l’invio di comunicazioni pre-evento personalizzate; sia durante, con la proposta di percorsi creati su misura per ciascun invitato, in base alle sue esigenze e interessi; fino a dopo l’evento, con attività di follow-up pensate ad hoc.

Tutti questi aspetti positivi rendono le fiere digitali non solo una valida alternativa alle fiere fisiche tradizionali, ma un vero e proprio must per le aziende che vogliono stare al passo con i tempi.

Vuoi organizzare fiere online, fisiche o ibride? Richiedici un preventivo gratuito.

Informazioni sull'autore