FAD e corsi online: 4 attività didattiche da fare online

fad

FAD è la sigla di Formazione a Distanza, mai quanto ora è un tema caldissimo.

Ma come avviare attività in FAD semplici e immediatamente realizzabili con poca spesa e tanta resa?

FAD: cos’è la formazione a distanza?

Nella letteratura tecnica del settore, con formazione a distanza si indicavano tutte le tipologie di formazione che non includevano la presenza fisica e, ai tempi della nascita del termine, si parlava ad esempio di posta, materiale cartaceo spedito a casa, videocassette, materiali da assemblare a casa.

Oggi la parola “distanza” indica quasi esclusivamente il web: la FAD è sempre più sinonimo di e-learning e di formazione online e la maggior parte delle sue attività online avviene in formato digitale.

Quindi, con il termine formazione a distanza, indichiamo una modalità di apprendimento attraverso corsi di formazione che non richiedono la presenza in aula.

I campi di applicazione della FAD sono sempre più ampi. Infatti esistono percorsi universitari, post-diploma e post-laurea che sfruttano i vantaggi di questo nuovo tipo di didattica, soprattutto dopo la pandemia degli ultimi anni.

Vantaggi e svantaggi della Formazione a Distanza

La Formazione a Distanza (FAD) è un importante strumento utilizzato per i corsi di formazione continua che però non presenta solo aspetti positivi.

La FAD è sicuramente uno strumento che permette agli studenti di organizzare la propria settimana e conciliare lavoro, vita privata e studio. Quindi consente flessibilità e alta fruibilità dei corsi, che non hanno limiti di luogo e tempo.

Nonostante la distanza permette comunque un certo grado di interattività grazie a forum ed email.

A differenza dei metodi tradizionali, i corsi FAD sono sempre disponibili online e ciascuno degli iscritti al corso può accedervi in qualunque momento per consultarli, anche più volte nel tempo.

Tuttavia, a causa della distanza, la relazione tra docente e studente ne risente da un punto di vista empatico ed umano.

Poi sicuramente alcune categorie di soggetti non hanno dimestichezza con la tecnologia e quindi accedere ai corsi potrebbe diventare problematico.

Detto ciò, la FAD resta sempre la modalità di apprendimento più adatta per alcune tipologie di corso di formazione.

FAD sincrono e a-sincrono

Alla base della formazione online esiste una distinzione fondamentale tra ciò che avviene in modalità sincrona e ciò che avviene in modalità a-sincrona.

Nel primo caso, col termine sincrono, facciamo riferimento sicuramente ai webinar e a tutte le forme di comunicazione e formazione online che avvengono nello stesso momento, come una chat, ad esempio.  Si tratta della forma più vicina alle lezioni frontali classiche.

Utenti e docenti, devono trovarsi connessi nello stesso momento e dunque si può dialogare direttamente con il docente nel momento in cui avviene la live. Allo stesso tempo però, questo significa che tutti devono connettersi ad un orario prestabilito e la connessione internet deve essere stabile per non perdere la live.

Con la modalità a-sincrona, invece ci riferiamo ad attività formative che avvengono in un momento diverso, potremmo dire on demand: l’allievo si collega e agisce nel percorso quando è più comodo, in qualsiasi ora e gli scambi non avvengono in modo sincrono, in quanto ogni altro utente ha la stessa libertà.

Il docente registra il corso parlando, riprendendo le schermate del computer o le slide e l’utente fruisce del video in un secondo momento, quindi non è necessario trovarsi né nello stesso luogo né nello stesso momento.

Il vantaggio, come nella modalità sincrona, è che non bisogna muoversi da casa ma in più l’utente può scegliere giorno e orario in cui seguire il corso. La lezione inoltre, se il provider lo prevede, si può rivedere in un secondo momento.

Lo svantaggio principale è che il docente non è presente nel momento di visualizzazione del corso e quindi eventuali dubbi possono essere chiariti solo in un secondo momento.

La struttura della FAD

Dal punto di vista della progettazione della formazione online, esistono tre variabili da considerare tutte di pari importanza; per questo nessuna di queste 3 dimensioni dovrebbe essere sottovalutata.

Contenuto delle FAD

Fa riferimento alle informazioni che devi condividere con la tua aula virtuale. In una didattica tradizionale il contenuto è rappresentato dalle nozioni, definizioni, processi di risoluzione di un problema e distinzioni concettuali.

Processo di formazione online

Fa riferimento alla sequenza di operazioni che l’aula virtuale deve seguire per raggiungere gli obiettivi formativi che hai prefissato. Si tratta di vere e proprie procedure del tipo: guarda un video, leggi questo testo, rispondi a queste domande, fai questo esercizio, etc.

Relazione tra docente e allievi online

Indica il tipo di rapporto che hai con i tuoi partecipanti online: esistono aule virtuali collaborative in cui tutti sono allo stesso livello; e aule direttive, in cui il docente spiega e gli allievi semplicemente ascoltano.

FAD gratis e a costo zero per scuole, istituzioni, università

La FAD è ampiamente usata nelle istituzioni formative come università e scuole in quanto permette di raggiungere centinaia e migliaia di studenti contemporaneamente.

Sono infatti stati sviluppati strumenti e spazi di apprendimento virtuale a disposizione dei docenti per diffondere contenuti formativi.

Ma come creare attività didattiche stimolanti e facili da realizzare?

FAD gratis, però, non significa che sia a costo zero: il tempo, le risorse, gli elementi di costruzione di un contenuto rappresentano un costo, spesso invisibile, che va tenuto in considerazione.

FAD e DAD: differenze

La DAD è figlia dell’e-learning e è sorella della FAD. Quando parliamo di FAD intendiamo la formazione a distanza rivolta ad adulti, professori, studenti universitari e professionisti. Questi soggetti usufruiscono di corsi a distanza per crescere e migliorare il loro livello culturale pregresso e

La DAD al contrario si basa su pratiche educative finalizzate alla persona nella sua unicità ed individualità.

Se la FAD è un corso di base on line con una minima parte di ore in presenza, la DAD, invece, è l’insegnamento che si sposta in un ambito prettamente virtuale. 

FAD pratica: 4 attività semplici da realizzare online

Abbiamo raccolto quattro attività didattiche realizzabili, senza particolari software o strumenti online, per facilitare chiunque debba trasformare, in modo veloce, la propria formazione d’aula in formazione online.

Webinar per la FAD

La prima soluzione è quella di adottare subito il webinar come sistema di formazione online veloce, pratico e immediato.

Facile da realizzare, soprattutto se hai già un legame con i tuoi allievi e lo usi come strumento di connessione, community management e condivisione di contenuti.

La gestione di un webinar dal punto di vista tecnico richiede l’uso di una piattaforma, uno strumento che semplifica molto ogni attività.

Se ancora non hai le idee chiare su quale piattaforma webinar scegliere, dai un’occhiata qui.

Videocorso veloce

La seconda strada è quella di realizzare un videocorso in modalità rapida: crei  una presentazione, la registri sullo schermo con il tuo commento vocale e la tua spiegazione… Ed è fatta!

Il consiglio pratico è realizzare corsi brevi, di massimo 10-15 minuti, più facili da fruire ed eventualmente da combinare tra loro.

Attività di discussione online per la formazione

Spesso si sottovaluta la potenza di arricchimento dello scambio tra pari: discutere di un tema arricchisce, stimola l’apprendimento, favorisce la memorizzazione.

Per favorire la discussione online, è importante:

  • Preparare l’attività definendo tempistiche e tematiche
  • Creare uno stimolo di partenza (una slide, una frase o un problema) e creare il confronto

Attività di ricerca e formazione online

Offriamo uno spunto, un tema, un fenomeno da esplorare e chiediamo all’aula virtuale di cercare risorse, strumenti, materiali che approfondiscano quel tema.

Gli allievi possono anche dividersi in gruppo, lavorare su documenti condivisi e preparare elaborati ben strutturati.

FAD corsi: dove e come organizzarli

Dove inserirai i tuoi corsi e le esercitazioni? Come farai a gestire l’accesso più o meno riservato ai tuoi contenuti didattici?

Tutto questo avviene in quello che viene definito LMS, ovvero Learning Management System: una piattaforma didattica per l’e-learning e la FAD.

Per approfondire il tema, ti consigliamo l’articolo: Come scegliere la miglior piattaforma e-learning

FAD ECM e FAD Certificata

L’erogazione di crediti formativi (ECM) e la FAD certificata rappresentano un mondo a sé, con regolamenti e indicazioni ministeriali molto particolari e stringenti.

Con il termine ECM (acronimo di Educazione Continua in Medicina) si indica un programma, istituito a livello nazionale nel 2002, attraverso il quale i professionisti della sanità (medici, infermieri, operatori sanitari e sociosanitari, etc) sono obbligati ad aggiornare ed espandere le proprie competenze professionali.

L’acquisizione di crediti ECM può avvenire tramite diversi metodi. I corsi FAD accreditati ECM (FAD ECM) rappresentano la migliore soluzione, in quanto, come abbiamo già visto, questi corsi possono essere gestiti in autonomia.

Con il termine FAD certificata invece identifichiamo una soluzione FAD che rispetta gli standard e le normative per la formazione a distanza, quindi un’unica piattaforma in grado di adattarsi a diverse normative. Per questo è necessario tenere sempre traccia delle attività svolte dall’allievo. Con questo significa che il tuo spazio e-learning deve prevedere la possibilità di tracciare nel dettaglio ogni singola attività per poter attribuire crediti e certificazioni, sulla base di attività realmente svolte.

Vuoi avviare il tuo progetto personale di formazione online? O sei parte di un’azienda interessata alla formazione aziendale online per i propri dipendenti? In entrambi i casi, puoi contattarci tramite il form! 

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *