Lifelong Learning: cos’è e la sua importanza per le aziende

Lifelong learning - Cosa vuol dire

La conoscenza è il pilastro delle economie e società moderne. Le informazioni costituiscono il motore della crescita e della competitività basata sull’innovazione e lo sviluppo della persona.

Per questo, il concetto di lifelong learning, o, in italiano, apprendimento permanente, è diventato sempre più rilevante all’interno di gruppi sociali, aziende e istituzioni.

Il suo assunto di base è che le competenze si acquisiscono lungo tutta la vita attraverso un percorso personale di apprendimento.

Ciò porterebbe l’individuo a rispondere meglio alle esigenze della società, del lavoro e alle proprie necessità e aspirazioni.

In questo articolo andremo ad esplorare il concetto di Lifelong Learning, partendo dalle sue origini e arrivando a capire come è possibile integrare questo concetto all’interno della tua azienda.

Sei pront* ad affrontare questo viaggio?

Cosa trovi in questo articolo:

Cosa vuol dire Lifelong Learning?

Partiamo dalla definizione e dal significato di Lifelong Learning, per capire come questo particolare approccio all’apprendimento possa essere declinato nella formazione aziendale.

Il lifelong learning, o apprendimento permanente, è un processo di apprendimento individuale e intenzionale, che mira all’acquisizione continua di nuove competenze.

Questo processo dura tutta la vita e ha come scopo la realizzazione della persona nel lavoro e nella società.

Le risorse fondamentali del lifelong learning sono conoscenza, competenze e capacità di apprendimento.

In particolare, “apprendere ad apprendere” è la capacità che permette all’individuo di trovare e mantenere un lavoro qualificato prima e partecipare ai processi sociali e alle innovazioni che società e tecnologia offrono poi.

Cosa si intende rispettivamente per lifelong learning e lifewilde learning?

Partiamo dal concetto centrale di questo articolo, ovvero, il lifelong learning.

Come abbiamo detto sopra, il lifelong long è un processo di apprendimento individuale e intenzionale che fa riferimento all’acquisizione costante di nuove conoscenze e competenze.

Quindi, il concetto di lifelong learning è basato sul concetto di apprendimento nel tempo.

Il concetto di lifewilde learning invece si basa sul concetto di apprendimento nello spazio.

Mi spiego meglio, per lifewilde learning si intende un processo di apprendimento che ha come obiettivo quello di acquisire conoscenze in ogni ambito della propria vita, andando oltre il concetto pure di formazione (sia essa scolastica o aziendale).

Questo processo è quindi un processo molto più ampio, che mira ad avere piena consapevolezza della propria vita e di ogni suo aspetto.

Qual è la caratteristica fondamentale della lifelong learning?

La caratteristica fondamentale del lifelong learning è l’approccio personale e personalizzato:

  • Personale in quanto il singolo individuo gestiste autonomamente il suo apprendimento permanente, acquisendo conoscenze e competenze che gli permettono di accedere al mondo del lavoro e che promuovono l’autorealizzazione e inclusione.
  • Personalizzato indica, invece, una formazione su misura per i singoli individui, le loro esigenze e momenti della vita.

Riassumendo, quindi, possiamo dire che il lifelong learning è quel processo di apprendimento che le persone intraprendono in maniera autonoma e intenzionale per accresce conoscenze e competenze utili alla partecipazione alla vita lavorativa e sociale.

Qual è l’obiettivo dell’educazione permanente?

Il lifelong learning ha come obiettivo generale quello di contribuire allo sviluppo di una società basata sulla conoscenza che permetta un progresso economico sostenibile, nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale.

Lifelong Learning

Quando nasce il lifelong learning?

Nello specifico, il lifelong learning come lo conosciamo oggi, nasce durante il Consiglio Europeo tenutosi a Lisbona nel 2000, durante il quale sono stati individuati i 3 obiettivi strategici dell’apprendimento permamente:

  • Migliorare la qualità dei sistemi di istruzione;
  • Facilitare l’accesso di tutti alla formazione;
  • Aprire i sistemi di istruzione e formazione al mondo esterno.

L’apprendimento permanente si presenta quindi come una strategia globale che mira ad assicurare l’inclusione sociale e lavorativa.

Il tutto finalizzato a costruire società della conoscenza e in grado di garantirne il progresso e l’innovazione, con attenzione alla tutela dell’ambiente.

Quali sono le competenze chiave per l’apprendimento permanente?

Nell’epoca moderna in cui viviamo, l’importanza dell’apprendimento non si limita solo ai primi anni di istruzione, ma si estende lungo l’intero arco della vita.

L’Unione Europea, conscia di questa necessità, ha delineato una serie di competenze chiave per l’apprendimento permanente che svolgono un ruolo fondamentale nella realizzazione personale e nella partecipazione attiva alla società.

In totale sono 8, scopriamole insieme.

1. Alfabetizzazione: andare oltre le parole

L’alfabetizzazione non si limita solamente alla capacità di leggere e scrivere.

Includere le competenze di alfabetizzazione nel contesto dell’apprendimento permanente significa avere la capacità di comprendere, analizzare e valutare criticamente le informazioni.

In un mondo in cui siamo sommersi da una vasta quantità di dati, la capacità di discernere tra fonti affidabili e non, è essenziale per prendere decisioni informate.

2. Multilinguismo: aprirsi a nuovi orizzonti internazionali

In un continente così culturalmente diversificato come l’Europa, il multilinguismo emerge come una competenza cruciale.

Oltre a facilitare la comunicazione, imparare nuove lingue apre la porta a nuove culture e prospettive.

Essere in grado di comunicare in più lingue non solo arricchisce la nostra comprensione del mondo, ma amplia anche le opportunità di interazione sociale e professionale.

3. Competenze tecniche, scientifiche e ingegneristiche applicate alla realtà quotidiana

L’era moderna è fortemente guidata dalla scienza e dalla tecnologia.

Acquisire competenze scientifiche e ingegneristiche non riguarda solo coloro che intraprendono una carriera in questi campi, ma rappresenta una base di conoscenze fondamentale per capire il mondo che ci circonda.

Dalla comprensione dei principi di base della fisica, all’applicazione della matematica nell’economia, queste competenze ci abilitano a prendere decisioni informate in una società sempre più tecnologica.

4. Competenze digitali e tecnologiche per vivere l’era digitale

In un’epoca in cui la tecnologia digitale permea ogni aspetto della nostra vita, possedere competenze digitali è quanto mai importante, non solo per il successo e la crescita professionale, ma anche per la sopravvivenza.

Questo va oltre la semplice navigazione su Internet.

Le competenze digitali comprendono la conoscenza, l’abilità e le capacità necessarie per navigare con successo nel mondo digitale, includendo l’uso di dispositivi digitali, la navigazione su Internet, la comunicazione online, l’utilizzo di software e applicazioni, e la comprensione dei concetti di base della tecnologia.

Si tratta quindi di acquisire la capacità di utilizzare strumenti digitali per risolvere problemi, comunicare in modo efficace e gestire l’ampia quantità di informazioni a nostra disposizione.

In un’epoca in cui la tecnologia permea quasi ogni aspetto della vita quotidiana e lavorativa, possedere competenze digitali è diventato fondamentale per adattarsi al mondo digitale in continuo cambiamento.

Apprendimento permamente

5. Competenze interpersonali, relazionali e capacità di apprendere continuamente

Le interazioni umane sono il tessuto connettivo della nostra società.

Saper collaborare, comunicare in modo efficace e lavorare in team sono competenze interpersonali essenziali. Inoltre, la capacità di imparare continuamente è un tratto distintivo delle menti aperte all’apprendimento permanente.

Essa ci consente di adattarci alle mutevoli circostanze e di acquisire nuove competenze man mano che il mondo intorno a noi evolve.

6. Cittadinanza attiva: partecipare per migliorare la società

Essere cittadini attivi significa partecipare attivamente alla società e contribuire al suo sviluppo.

Questo va oltre il semplice adempiere ai doveri civici; Implica la comprensione delle dinamiche sociali, politiche ed economiche e la capacità di influenzarle positivamente.

L’apprendimento permanente ci fornisce le conoscenze necessarie per diventare cittadini consapevoli e impegnati.

7. Imprenditorialità e business: dall’idea all’azione

L’impresa e l’innovazione sono il motore dell’economia.

Possedere competenze imprenditoriali significa avere la capacità di identificare opportunità, sviluppare idee creative e trasformarle in azione.

Questa competenza non si limita solo a coloro che aspirano a diventare imprenditori: essa ci dota di una mentalità proattiva e di risoluzione dei problemi che è preziosa in qualsiasi ambito della vita.

8. Consapevolezza ed espressione culturale per comprendere la diversità

L’Europa è un mosaico di culture e tradizioni.

Possedere competenze di consapevolezza ed espressione culturali ci permette di apprezzare la diversità e di evitare stereotipi dannosi.

Questa competenza promuove la comprensione reciproca e favorisce un clima di inclusione e rispetto all’interno della società.

E ora la domanda: la tua azienda sviluppa e stimola queste competenze?

Quanto dura l’educazione permanente?

La risposta a questa domanda ce la fornisce il termine stesso, tutta la vita!

Il lifelong learning mira infatti ad un apprendimento continuo con lo scopo di rimanere sempre aggiornati e non perdere una competenza.

Nel momento in cui si interrompe questo flusso di continuo aggiornamento (fondamentale in un mondo sempre più digitalizzato come il nostro), non può più parlare di apprendimento permanente.

L’evolvere delle competenze nel Lifelong Learning

L’apprendimento permanente non riguarda solo l’acquisizione di competenze tecniche, ma anche lo sviluppo di una mentalità di crescita continua.

Questo approccio mentale implica la volontà di sfidare costantemente se stessi, di cercare nuove sfide e di imparare dalle esperienze, sia positive che negative.

Una mentalità di crescita non solo stimola il successo professionale, ma contribuisce anche alla realizzazione personale.

Ad esempio, immagina di essere un esperto nel tuo settore, ma desideri imparare una nuova lingua. Adottando una mentalità di crescita, ti metti alla prova imparando nuove parole e praticando con pazienza, trasformando una sfida in un successo personale.

Le competenze trasversali

Le competenze trasversali rappresentano un pilastro fondamentale nell’ambito delle aziende e dei professionisti.

Le competenze trasversali sono abilità, conoscenze e capacità che non sono circoscritte a un settore specifico ma possono essere applicate in vari contesti aziendali.

Sono un elemento essenziale per il successo in qualsiasi organizzazione, inclusi i professionisti, in quanto, consentono di agire in modo più efficace e di adattarsi con flessibilità alle sfide in costante evoluzione nel mondo degli affari.

Perché le competenze trasversali sono importanti?

Abbiamo chiarito che lo sviluppo delle competenze trasversali è fondamentale, sia che lavori in un’azienda sia che tu faccia il libro professionista.

Vediamo quali sono le competenze trasversali su cui lavorare.

1. Miglioramento della comunicazione

Le competenze trasversali, in particolare quelle legate alla comunicazione efficace, favoriscono lo scambio di informazioni chiare e comprensibili all’interno dell’azienda e con i clienti.

Ciò contribuisce a una maggiore trasparenza e favorisce una migliore comprensione delle strategie aziendali.

Immaginiamo un professionista del marketing che deve comunicare una nuova strategia pubblicitaria ai clienti.

Grazie alle competenze trasversali di comunicazione, il professionista può sviluppare una strategia di comunicazione completa che coinvolge vari canali, come i social media, le campagne email e gli incontri con i clienti.

Questo approccio garantisce che i clienti comprendano appieno l’importanza della strategia e favorisce una collaborazione efficace.

2. Risoluzione dei problemi complessi

In un ambiente aziendale in costante evoluzione, la capacità di affrontare problemi complessi è essenziale.

Le competenze trasversali, come il pensiero critico e il problem solving, consentono di identificare soluzioni innovative e di prendere decisioni informate anche di fronte alle sfide più intricate.

Supponiamo che un’azienda debba affrontare una contrazione del mercato inaspettata.

I dirigenti con competenze trasversali di problem solving possono analizzare rapidamente la situazione, identificare le aree critiche che richiedono intervento e sviluppare strategie per diversificare il mercato e mantenere la redditività.

3. Promozione di una leadership efficace

Le competenze trasversali legate alla leadership svolgono un ruolo fondamentale nel guidare il cambiamento all’interno dell’azienda e nell’ispirare i dipendenti.

Una leadership efficace crea un ambiente di lavoro motivato e contribuisce a una maggiore produttività.

Immaginiamo un dirigente aziendale che deve guidare il suo team attraverso una fase di ristrutturazione. Grazie alle competenze trasversali di leadership, può comunicare in modo convincente la visione del cambiamento, ispirare il team a collaborare con dedizione e affrontare le sfide con determinazione.

Questo approccio contribuisce al successo della ristrutturazione aziendale.

Formazione permanente

Esempi di lifelong learning

Non si smette mai di imparare”: quante volte hai sentito questa frase?

In effetti, ogni occasione può trasformarsi in un momento di apprendimento. Di conseguenza, gli esempi di lifelong learning sono pressocché infiniti.

L’apprendimento continuo comprende dai tirocini aziendali, alla formazione tecnica fino all’acquisizione di nozioni in maniera autodidatta, come una lingua straniera imparata frequentando un corso online o viaggiando.

Anche imparare un nuovo sport o gioco è parte del lifelong learning.

In generale, possiamo affermare che il lifelong learning include lo studio di materie o tecnologie che non si conoscono, sia tramite un corso formale, sia approfondendo un proprio personale interesse.

Difatti, la base di partenza è la nostra curiosità che ci porta ad esplorare l’ambiente e a vivere esperienze in grado di accrescere le nostre conoscenze.

Il Lifelong Learning per i dipendenti

Il lavoro è uno degli elementi fondamentali della definizione di lifelong learning.

Non sorprende quindi che l’apprendimento permanente stia diventando sempre più importante per affrontare le sfide del mondo del lavoro.

Le conoscenze e le competenze dei dipendenti sono gli elementi su cui puntano le imprese per garantirsi un vantaggio competitivo duraturo. Di conseguenza, la formazione aziendale assume un ruolo sempre più importante nel percorso di lifelong learning di un lavoratore.

Esistono vari modi in cui un’azienda può formare i propri dipendenti. Tra questi, la formazione digitale ha contribuito ad abbattere le barriere di accessibilità alla didattica, permettendo maggiore flessibilità ed efficienza.

Ecco quindi che academy online e corsi di formazione online diventano gli strumenti prediletti dalle imprese per ampliare le conoscenze dei propri dipendenti e investire sul capitale umano: l’educazione permanente in azienda diventa così, non solo una buona idea, ma anche una pratica quotidiana.

Sei interessat* all’argomento della formazione aziendale e vuoi saperne molto di più? Partecipa al nostro prossimo Webinar, in cui risponderemo alle 4 domande fondamentali sull’e-learning: perché, a chi, come e quando.

Webinar E-learning

Come abbracciare l’apprendimento permanente nella tua azienda

L’apprendimento permanente può essere affrontato in molteplici modi, e tutti possono trovare l’approccio migliore in base alle proprie esigenze.

  • Corsi Online e Webinar: la vastità di risorse online, anche gratuite, offre ormai a tutti la possibilità di apprendere da esperti in qualsiasi campo, comodamente da casa tua. I corsi online e i webinar ti consentono di studiare secondo i tuoi ritmi e le tue esigenze. Ad esempio, potresti partecipare a un webinar sulla gestione del tempo che ti aiuterà a ottimizzare la tua giornata. E quanti altri webinar puoi trovare sui temi di crescita importanti per te?
  • Libri e diversi materiali di studio: la lettura rimane uno dei modi più efficaci per apprendere. Scegli libri e materiali di studio pertinenti al tuo settore e impegnati nella lettura regolare. Ad esempio, se sei interessato all’imprenditoria, potresti leggere libri di successo che condividono le esperienze di imprenditori di successo.
  • Networking e collaborazione: interagire con professionisti del tuo settore può offrire prospettive fresche e opportunità di educazione permanente. Partecipa a eventi di settore, conferenze e workshop.
    Ad esempio, partecipare a un evento di networking ti permetterà di connetterti con persone che condividono i tuoi interessi e ti darà l’opportunità di imparare da loro.
  • Sviluppo delle Soft Skills: oltre alle competenze tecniche, le soft skills come la comunicazione, la leadership e la risoluzione dei problemi sono essenziali. Cerca opportunità per sviluppare anche queste abilità. Ad esempio, potresti partecipare a un corso di comunicazione efficace per migliorare la tua capacità di interagire con gli altri.

Ora, prova a rileggere questo semplice elenco e immagina di applicarlo alla tua azienda.

Da dove partiresti? Quali sono le risorse già disponibili nella tua azienda che possono essere un punto di partenza? Quali sono le competenze aziendali necessarie per formare meglio il tuo team e favorire questo approccio?

longlife learning

Metodi semplici ed efficaci per un progetto di Lifelong Learning aziendale

Il mondo dell’apprendimento continuo è in costante evoluzione, e adottare le giuste strategie può fare la differenza nella tua crescita professionale e personale. Esaminiamo approfonditamente due metodologie efficaci.

1. Sfruttare la potenza dei corsi online di eccellenza

Nell’era digitale, l’accesso a corsi online avanzati è una risorsa inestimabile.

La possibilità di immergersi in contenuti educativi di alta qualità, da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, è una chiave per il successo nell’apprendimento continuo.

Vantaggi dei corsi online avanzati

  1. Flessibilità di orario: la possibilità di adattare gli orari di studio alle proprie esigenze offre una flessibilità impareggiabile.
  2. Diversità di argomenti: una vasta gamma di corsi consente di approfondire argomenti specifici, personalizzando il percorso di apprendimento.
  3. Apprendimento autonomo: la modalità online promuove l’autonomia nell’apprendimento, sviluppando la disciplina personale.

Un corso online avanzato può dunque far risparmiare tempo, ottimizzare l’impiego di energie e garantire una formazione permanente.

2. Arricchire l’esperienza formativa con conferenze e workshop

La partecipazione attiva a conferenze e workshop rappresenta un’opportunità unica di crescita.

Interagire con esperti del settore e colleghi con interessi affini amplifica notevolmente l’esperienza di apprendimento.

Non solo, anche il Networking facilita l’apprendimento continuo e crea relazioni proficue con partner e clienti.

Vantaggi di Conferenze e Workshop

  1. Networking professionale: creare connessioni dirette con professionisti del settore apre porte a opportunità future.
  2. Apprendimento esperienziale: le conferenze offrono approcci pratici e esperienziali, arricchendo la comprensione degli argomenti trattati.
  3. Miglioramento delle competenze sociali: l’interazione diretta migliora le competenze sociali, fondamentali in ambito professionale.

Nel contesto moderno, l’adozione di queste strategie non è solo un vantaggio, ma una necessità.

Statistiche recenti dimostrano che coloro che integrano corsi online avanzati e partecipano attivamente a conferenze registrano un aumento significativo nella loro crescita professionale entro sei mesi.

Ma quindi, come investire nell’apprendimento continuo?

Come creare un’academy aziendale efficace per la formazione permanente

Creare una academy aziendale efficace richiede un approccio strategico. Ecco alcuni passaggi chiave:

  1. Identifica le necessità della tua azienda: analizza le esigenze di formazione dei dipendenti e identifica le lacune nelle competenze. Ad esempio, potresti condurre sondaggi interni per raccogliere feedback diretto dai dipendenti su quali abilità vorrebbero sviluppare ulteriormente;
  2. Collabora con esperti: coinvolgi esperti interni ed esterni nel processo di sviluppo dell’educazione permanente. Esperti del settore possono contribuire con conoscenze approfondite e prospettive fresche. Potresti coinvolgere consulenti esterni per offrire corsi specializzati;
  3. Offri varietà e variabilità dei tuoi corsi online: offri una varietà di corsi che coprano diverse aree di competenza, dalle competenze tecniche alle soft skills. Ad esempio, potresti offrire corsi di comunicazione efficace, leadership, gestione dello stress e altro ancora;
  4. Pianifica valutazioni formative: includi test e valutazioni per misurare il progresso e l’apprendimento dei dipendenti. Le valutazioni aiutano a individuare le aree in cui i dipendenti hanno bisogno di ulteriore supporto. Ad esempio, potresti creare quiz a fine corso per valutare la comprensione dei partecipanti.
  5. Promuovi l’accessibilità: assicurati che le risorse formative siano facilmente accessibili e fruibili da tutti i dipendenti. Utilizza piattaforme user-friendly e consenti l’accesso da dispositivi diversi. Ad esempio, potresti creare una piattaforma online con contenuti scaricabili e video tutorial.

Spesso sottovalutiamo questi aspetti, ma lavorare correttamente a ognuno di questi porta ad ottenere grandi risultati.

formazione permanente

I benefici chiave dell’investire in una academy aziendale per il Lifelong Learning

Se alcuni vantaggi sono immediatamente tangibili e intuibili, proviamo a cercarne altri più articolati.

  1. Miglioramento delle competenze dei dipendenti: le academy aziendali consentono ai dipendenti di accedere a corsi mirati e materiali di formazione che sono allineati agli obiettivi aziendali.
    Ad esempio, un dipendente che lavora nel settore tecnologico potrebbe partecipare a un corso avanzato di programmazione per affinare le sue abilità nella scrittura del codice. Questo non solo migliora le competenze individuali, ma contribuisce anche al progresso dell’azienda.
  2. Maggiore adattabilità dell’organizzazione e nell’organizzazione: con le academy aziendali, le aziende possono adattarsi rapidamente ai cambiamenti del settore. Se emergesse una nuova tendenza nel mercato, ad esempio, nel settore del marketing digitale, le academy potrebbero offrire un corso intensivo sulla nuova strategia per garantire che tutti i dipendenti siano preparati per affrontarla.
    Questo aiuta l’azienda a rimanere competitiva e all’avanguardia, con un team che si trova a proprio agio nelle diverse sfide quotidiane.
  3. Aumento della motivazione e dell’engagement: investire nell’apprendimento dei dipendenti dimostra che l’azienda si preoccupa del loro sviluppo e benessere. Un esempio pratico potrebbe essere l’organizzazione di un programma di mentoring interno, dove i dipendenti più esperti guidano quelli meno esperti, creando così un senso di appartenenza e di crescita all’interno dell’azienda. Questo può aumentare la motivazione e l’impegno dei dipendenti, poiché si sentono valorizzati e supportati nel loro percorso professionale.
  4. Riduzione del turnover rate: i dipendenti che vedono opportunità di crescita all’interno dell’azienda sono più propensi a rimanere a lungo termine. Ad esempio, un dipendente che desidera sviluppare le sue abilità di leadership potrebbe partecipare a un corso di gestione dei team offerto dall’academy.

Come vedi l’Academy aziendale è lo strumento migliore per la formazione permanente, per l’aggiornamento continuo ed è anche la soluzione che permette di ridurre i costi e scalare l’investimento anche per numeri grandi di dipendenti.

Corsi di alta formazione: e se li creasse la tua azienda?

E se il tuo obiettivo non fosse solo quello di:

  • Offrire aggiornamento continuo ai tuoi dipendenti;
  • Garantire un cambio di mentalità e favorire l’atteggiamento del LifeLong Learning;
  • Offrire continui stimoli formativi.

Ma diventasse quello di offrire la migliore formazione del tuo settore?

WebinarPro è nata proprio in ambito di formazione online, academy aziendali e e-learning, tanto che abbiamo scritto molti articoli sul tema:

Non solo, abbiamo un programma specifico per il lancio e la vendita di corsi online aziendali: si chiama StartUp3.

Come dire: siamo sul pezzo!

Le academy aziendali per il lifelong learning sono piattaforme di apprendimento personalizzate all’interno delle aziende, progettate per fornire formazione permanente e formazione continua con continue risorse e strumenti di apprendimento ai dipendenti.

Queste academy offrono una varietà di corsi, workshop, risorse multimediali e strumenti interattivi che consentono ai dipendenti di sviluppare nuove competenze, acquisire conoscenze rilevanti e migliorare le soft skills.

Ma chiaramente devono avere alcune caratteristiche per essere davvero efficaci.

Anche tu vuoi attivare un percorso di formazione continua all’interno della tua azienda?

Crea oggi la tua academy aziendale e promuovi il lifelong learning dei tuoi dipendenti con corsi formativi pensati ad hoc e un ambiente studiato per te dai migliori esperti del settore.

Contattaci e insieme realizzeremo la tua academy online.

Questo articolo è stato scritto da: