Upskill e reskill: perchè sono così importanti in azienda?

Il mondo del lavoro è in continuo e rapido cambiamento. Le tecnologie, le piattaforme e i metodi di imparare tradizionali non sono più in grado di soddisfare le nuove esigenze del mercato. Allo stesso modo anche le competenze “invecchiano”. Quindi, come restare al passo con le innovazioni? La risposta la troviamo nell’attivazione di strategie di upskill e reskill: due processi che permettono il continuo aggiornamento delle competenze dei dipendenti e quindi la possibilità per un’impresa, o organizzazione, di affrontare le nuove sfide del mercato.

 

 

Upskill e reskill

Non hai mai sentito parlare di upskill e reskill? Eccoti qui una veloce definizione.

Upskill indica il processo con cui un dipendente migliora le proprie competenze. Si tratta di un vero e proprio upgrade, o aggiornamento, di competenze già possedute allo scopo di svolgere il lavoro in maniera più efficiente ed efficace. L’obiettivo è quindi quello di rendere i lavoratori più autonomi e competenti nel proprio ruolo.

Con reskill, invece, facciamo riferimento al processo di sviluppo di nuove competenze che permettono al dipendente di ricoprire un ruolo lavorativo diverso. In questo caso, possiamo associare il reskilling ad una vera e propria riqualificazione della persona. Questo approccio permette all’azienda di trattenere i dipendenti al suo interno, insegnandoli nuove attività e riposizionandoli all’interno della stessa.

Investire in strategie di upskill e reskill, e quindi nell’aggiornamento continuo delle competenze dei dipendenti, permette all’azienda di rimanere competitiva sul mercato e di fidelizzare i lavoratori. Così facendo, diminuisce il turnover e la necessità di assumere sempre nuovo personale.

 

 

Futuro del mercato del lavoro

Entro il 2025 andranno perduti ben 85 milioni di posti di lavoro e saranno sostituiti dalle macchine. Allo stesso tempo, emergeranno 97 milioni di nuove opportunità. Tra le professioni del futuro, le più richieste saranno:

  • lo specialista in Intelligenza Artificiale
  • l’ingegnere robotico
  • il data scientist e il data engineer
  • l’esperto di Cybersecurity
  • lo specialista nel Customer Success

Come vedi, si tratta di professioni “nuove” che non esistevano fino a pochi anni fa, ma che diventeranno centrali a causa delle trasformazioni del mercato, in particolare del processo di digitalizzazione.

Lo sviluppo di tecnologie, come i Big Data, l’Intelligenza Artificiale, la diffusione dello smartworking e, in generale, la transizione digitale, rendono necessario non solo l’emergere di nuove figure professionali. Bensì, anche alle più tradizionali professioni verrà chiesto di sviluppare nuove conoscenze e rinnovare le proprie competenze, soprattutto digitali.

Difatti, uno dei maggiori rischi del nuovo mercato del lavoro è rappresentato dal divario tra competenze possedute dai lavoratori e competenze richieste dalle aziende. Si parla di “skill gap”, un fenomeno sempre più diffuso, in particolare sul territorio italiano. Quante volte hai sentito parlare di aumento del tasso di disoccupazione e, allo stesso tempo, di posti di lavoro vacanti?

Questo perché assumere nuovo personale non è sempre la soluzione migliore. Pensa, ad esempio, alle nuove professioni e ai ruoli specialistici per i quali non esiste un numero di lavoratori sufficiente a soddisfare la domanda delle imprese. Un vero e proprio mismatch tra domanda e offerta che caratterizza il mercato del lavoro.

Ecco quindi che per le aziende diventa fondamentale investire sul proprio capitale umano usando strategie di reskill e upskill.

 

 

Il problema del reskill e upskill

Il processo di obsolescenza delle competenze, che prima caratterizzava in particolar modo settori ad alto capitale di conoscenza (come medicina, informatica ecc.), adesso si manifesta in tutti i lavori. In più, come abbiamo visto pocanzi, l’offerta del mercato non sempre riesce a incontrare i bisogni di imprese e organizzazioni. E se l’assunzione di nuovo personale non è la scelta migliore, alle imprese non resta che puntare sul rinnovamento interno.

Grazie al reskilling, i dipendenti possono sviluppare conoscenze trasversali ed essere in grado di coprire diverse posizioni lavorative. L’upskilling permette, invece, di accrescere continuamente le competenze dei dipendenti, in particolare quelle digitali, e adattarle alle nuove esigenze del mercato.

Ma come incentivare processi di upskill e reskill? La parola chiave è: formazione continua.

Infatti, è solo grazie ad una solida struttura formativa aziendale che queste due strategie possono effettivamente avere successo. Nel prossimo paragrafo ti spiego la soluzione per creare un corso di apprendimento su misura per la tua azienda.

 

 

Le soluzioni del mercato

Le aziende sentono sempre di più l’importanza di formare e aggiornare le risorse aziendali e per farlo scelgono le academy online. È questa la soluzione che il mercato mette a disposizione ai datori di lavoro per promuovere processi di upskill e reskill.

Si tratta di piattaforme e-learning sulle quali è possibile erogare corsi di formazione online, pubblicare materiali didattici extra e monitorare i progressi degli studenti. Le academy sono ideali per svolgere attività di upskilling e reskilling attraverso eventi formativi in diretta, come webinar e corsi di formazioni ondemand.

Grazie all’apprendimento continuo, le aziende riescono a creare valore sia per i dipendenti sia per l’azienda stessa. Infatti, esso favorisce processi sia di crescita personale sia di crescita di competenze utili a mantenere un posizionamento vantaggioso per l’impresa.

Upskill e reskill sono quindi due strategie che devi tenere in considerazione se vuoi restare competitivo in un mercato in continuo cambiamento. Per aiutare le aziende a introdurre questi processi nella loro formazione aziendale, noi di WebinarPro abbiamo pensato un servizio dedicato, che puoi vedere a questa pagina.

Quindi, se anche tu vuoi attivare un percorso di rinnovamento interno, contattaci! Insieme analizzeremo i bisogni formativi del tuo settore e dei tuoi dipendenti; dopodiché creeremo un’academy online creata su misura per te, con corsi interattivi e coinvolgenti.

Se vuoi richiedere maggiori informazioni contattaci cliccando qui.

 

 

 

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.