Mobile Marketing: cos’è e perché è importante

mobile marketing

Sono oltre 35 milioni gli italiani che ogni giorno utilizzano dispositivi mobili e ben il 40% dei loro acquisti avviene attraverso uno smartphone. Ecco perché sempre più aziende stanno mettendo il mobile marketing al centro delle loro strategie di comunicazione. I consumatori si interfacciano quotidianamente con i brand attraverso dispositivi mobile, provocando così la frammentazione del consumer journey tradizionale in molteplici touch point. Le aziende devono, quindi, sfruttare diversi canali per coinvolgere i clienti finali, ottimizzando le loro campagne per la fruizione mobile e scegliendo un approccio strategico orientato alla multicanalità.

Mobile marketing: cos’è?

Hai mai ricevuto un SMS dal tuo negozio di scarpe preferito? O cliccato su un’inserzione mentre navigavi il feed di un qualsiasi social network? Oppure ricevuto una notifica da un’applicazione appena scaricata? Tutto questo (e molto altro) è mobile marketing.

Il mobile marketing può essere definito come l’insieme di azioni e strategie di marketing che permettono alle aziende di intercettare e interagire con il pubblico attraverso dispositivi mobili. Il suo obiettivo è quello di raggiungere i consumatori nella loro quotidianità, attivando un canale di comunicazione diretto mediante smartphone, tablet e tecnologie wearable.

Grazie alle caratteristiche del mobile marketing, i brand hanno la possibilità di raggiungere un pubblico eterogeneo per genere, età e comportamento di acquisto, in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, e sviluppare percorsi di acquisto multicanale. Per questo, ricopre un ruolo sempre più centrale nel marketing aziendale: conoscendo il comportamento del consumatore su mobile è possibile creare campagne promozionali ad hoc.

Perché il mobile marketing è importante

I dispositivi mobili sono parte integrante della vita di tutti noi. Quotidianamente li utilizziamo per comunicare con i nostri conoscenti, leggere le ultime notizie di attualità e fare acquisti online. La pervasività di questo strumento nella vita dei consumatori è il primo motivo per cui dovresti implementare una strategia di mobile marketing.

Inoltre, l’importanza del mobile è riconducibile anche alle sue specificità, non replicabili su altri mezzi. Ad esempio, è possibile creare campagne geo-localizzate e di drive to store, per le quali è fondamentale individuare la posizione dell’utente e identificare il momento per l’invio di messaggi significativi e contestuali.

Il mobile marketing permette all’azienda di presidiare diversi canali e punti di contatto per interagire con il consumatore. Si parla, infatti, di multicanalità e si lega alla potenzialità del device mobile di coprire l’intero funnel di vendita. Puoi quindi integrare canali fisici e online, guidando il cliente durante ogni fase del processo di acquisto e costruendo un’esperienza sempre più phygital.

Un altro vantaggio del mobile marketing è sicuramente la possibilità di creare una comunicazione più personalizzata, mirata e coordinata. Da un lato, riduce il rischio di spam e invasività nei confronti dei clienti. Dall’altro favorisce le leve dell’interazione e della socializzazione con il brand, ideale per fidelizzare il consumatore e costruire una relazione di lunga durata.

L’importanza del mobile marketing si riscontra anche nella sua azione di potenziamento degli altri canali dell’azienda e di abilitatore di nuovi modelli di business. Ne sono un esempio i servizi di shared mobility e delivery.

Infine, le costanti evoluzioni tecnologiche del canale mobile, come realtà aumentata, biometria e riconoscimento vocale, consentono di costruire customer experience altamente personalizzate sulla base del comportamento del consumatore.

Insomma, che il tuo obiettivo sia aumentare la visibilità del marchio o migliorare il coinvolgimento degli utenti, la tua campagna di marketing aziendale dovrebbe sempre includere il mobile marketing. Lo dimostra anche il comportamento dei colossi digitali internazionali. Ad esempio, Google ha implementato il mobile-first index, per cui i siti web vengono valutati in base alla fruibilità, velocità e ottimizzazione per i dispositivi mobili.

Vuoi sapere tutto sul marketing per eventi e formazione?
Clicca sull’immagine e scarica l’ebook gratuito

ebook marketing

I vantaggi della multicanalità

Abbiamo più volte connesso il mobile marketing alla decisione delle aziende di sviluppare una strategia di multicanalità. Ma cosa significa nella pratica?

Con multicanalità si intende l’utilizzo, da parte di un brand, di diversi canali e punti di contatto (online e/o offline) per intercettare il consumatore ed interagire con lui. L’approccio multicanale sta diventando sempre più importante nelle strategie di marketing aziendali. Il motivo è molto semplice: sempre di più, i consumatori acquistano un prodotto solo dopo aver interagito con diversi touch point (sito web, social network, negozio fisico ecc.).

La multicanalità può apportare diversi benefici al tuo business e, sviluppata attraverso il mobile marketing, può migliorare notevolmente la performance complessiva. Tra i vantaggi di questo approccio, troviamo:

  • La possibilità di raggiungere un maggior numero di potenziali clienti
  • Ricevere più feedback utili a migliorare la tua offerta e adattarla alle richieste del target
  • Creare customer journey personalizzati e diversificati per ciascun “cliente tipo”
  • Aumentare la pervasività e la visibilità del brand

In una strategia di multicanalità, il mobile marketing ti permette di essere presente nella vita del consumatore, proponendo il servizio o prodotto giusto al momento giusto.

Le strategie di mobile marketing

Ecco quali sono le principali strategie di mobile marketing:

  • QR Code Marketing: è una strategia di mobile marketing che prevede l’utilizzo di QR codificabili mediante dispositivi mobili, come smartphone e tablet.
  • SMS marketing: si tratta di campagne caratterizzate dall’invio di SMS promozionali a un database di contatti selezionati.
  • Notifiche push e messaggi in-app: in questo caso, l’utente è spinto a scaricare l’app del brand, tramite la quale verranno inviate notifiche push per promuovere la partecipazione a concorsi a premi, quiz o altre attività.
  • Proximity marketing: è una strategia di mobile marketing che permette la promozione di prodotti o servizi in una specifica area geografica, e quindi ad un target ben definito.
  • Native mobile advertising: è un tipo di pubblicità che corrisponde alla forma e alla funzione della piattaforma su cui appare.
  • Social media marketing: si tratta di inserzioni create ad hoc e pubblicare sulle diverse piattaforme social media.
  • App-based marketing: comprende gli annunci pubblicitari che appaiono durante l’utilizzo di un’applicazione mobile.

Come vedi, è possibile applicare il mobile marketing in diversi modi e contesti. Ovviamente, la scelta della strategia da usare dipende dal tipo di obiettivo che vuoi raggiungere con la tua campagna.

I KPI del mobile marketing

Come qualsiasi strategia promozionale che si rispetti, anche il mobile marketing ha bisogno di essere monitorato e misurato. Sono stati individuati specifici KPI per misurarne l’efficacia, ciascuno adattabile a diversi obiettivi di marketing.

Generalmente, quando si parla di KPI per il mobile marketing si prende in considerazione il mobile advertising, che tendenzialmente ha due obiettivi:

  • Branding, per aumentare la conoscenza del brand e dei prodotti/servizi fra il pubblico.
  • Performance, per portare gli utenti a compiere specifiche azioni, e quindi a convertire.

Una volta definito l’obiettivo della tua campagna di mobile marketing, puoi individuare i KPI più adatti per misurarne il successo. Per gli obiettivi di branding si usa spesso il numero di visualizzazioni di un contenuto e il numero di interazioni (come like, commenti o condivisioni). Per obiettivi di performance, invece, i più popolari sono il cost per lead (ovvero il costo sostenuto per ogni lead generato attraverso la campagna) e il click through rate (ovvero il rapporto tra il numero di click sulla CTA e il numero di visualizzazioni).

In realtà, i diversi strumenti di comunicazione utilizzabili nel mobile marketing rendono la scelta dei KPI molto più complessa. I canali andrebbero scelti in base agli obiettivi e al target, e di conseguenza andrebbero individuati gli specifici KPI per ciascun canale. Per approfondire, leggi questo articolo.

Perché dovresti iniziare una campagna di mobile marketing ora

Il mobile marketing ti permette di ampliare notevolmente la tua lista di potenziali clienti, aumentando la visibilità del tuo brand e portando effetti positivi in termini di ROI. Grazie ai dati raccolti analizzando il comportamento degli utenti su mobile, puoi costruire funnel di vendita di successo, in grado di rispondere alle esigenze specifiche di ogni cliente.

Hai dubbi o domande sul tema? Scrivi a comunicazione@webinarpro.it

Informazioni sull'autore