Mercoledì 10 Luglio

Mercoledì 10 Luglio

Mercoledì 10 Luglio

ZOOM MAN(IA):

come e perché dovresti
usare (meglio) Zoom

Google Meet: la rivoluzione per i tuoi meeting aziendali

google meet

Prima della pandemia Google Meet era forse la piattaforma più conosciuta ed utilizzata per fare videochiamate, apprezzata particolarmente dagli utenti Android. 

La piattaforma veniva utilizzata soprattutto nell’ambito della vita privata ma, da quando abbiamo scoperto lo smart working, abbiamo scoperto anche tante altre piattaforme da poter utilizzare. Ad esempio, abbiamo cominciato ad utilizzare sempre di più Zoom, GoTo Meeting o Microsoft Teams.

Questa piattaforma meeting di Google, però è in grado di difendersi abilmente dai suoi competitors e l’obiettivo di questo articolo sarà proprio conviverti di ciò.

Se sei curioso di capire come questa piattaforma potrebbe rivoluzionare i tuoi meeting aziendali sei nel posto giusto! Continua a leggere e scopri tutti i segreti di questa piattaforma per videoconferenze e videochiamate.

Cosa trovi in questo articolo:

Cos’è Google Meet, la piattaforma meeting di Google?

Come penso tu abbia già intuito dall’introduzione di questo articolo e dal nome stesso del prodotto, Google Meet è la piattaforma per videoconferenze sviluppata da Google.

Esiste dal maggio del 2017, è utilizzabile con tutti i sistemi operativi, sia su Pc che su Smartphone o Tablet ed è stata sviluppata utilizzando ben 4 linguaggi di programmazione (Pytoh, Javascript, HTML e Sass). 

Una cosa che però, forse, non sai è che non esiste semplicemente la versione base che abbiamo utilizzato almeno tutti una volta nella vita, ma è possibile anche fare degli upgrade.

Infatti, oltre alla versione gratuita utilizzabile da chiunque abbia un account Google e voglia fare delle riunioni a distanza, esistono anche delle versioni utilizzabili da aziende, scuole e altre organizzazioni con delle funzionalità avanzate alla quali è possibile accedere acquistando uno dei pacchetti di G suite disponibili.

Di seguito analizziamo quali sono le funzionalità a cui tutti possono accedere gratuitamente e in seguito vedremo quali sono quelle avanzate e come accedervi.

Ottimizza le tue riunioni online con Google Meet

Google Meet come funziona, spiegato in modo semplice

Proviamo a sintetizzare in questa guida come usare in modo veloce e pratico Google Meet, la versatile piattaforma di videoconferenza di GSuite (Google).

In questa guida, ti illustreremo passo dopo passo come utilizzare Google Meet sia su PC che su cellulari e in generale su dispositivi mobili, per garantire un’esperienza di collaborazione senza precedenti a te e a tutti gli altri partecipanti.

Come usare Google Meet da PC e Mac: configurazione iniziale e creazione di riunioni

Configurazione iniziale: preparativi essenziali

Prima di iniziare a utilizzare Google Meet da PC, assicurati di avere una connessione internet affidabile.

Se devi scegliere il browser da utilizzare, il nostro consiglio è quello di puntare su Google Chrome che rappresenta la soluzione migliore, con tutte le funzionalità spettacolari di Google Meet attive e perfettamente funzionanti.

Ovviamente, come in tutti i casi in cui usi un applicativo, il consiglio è anche quello di aggiornare costantemente il sistema operativo e gli applicativi che usi, in questo caso proprio Google Chrome.

Creare una riunione: passo dopo passo

  1. Accedi al tuo account Google.
  2. Visita il sito di Google Meet.
  3. Fai clic su “Nuova riunione” e seleziona “+ Avvia una riunione adesso”.
  4. Autorizza l’accesso a microfono e videocamera.
  5. Configura le impostazioni della riunione secondo le tue preferenze.

Gestione di Google Meet durante la riunione: massimizza l’efficienza con questi piccoli accorgimenti

Durante una riunione su Google Meet, puoi avere il controllo completo di tutti questi aspetti:

  • Gestisci microfono e videocamera in base alle necessità.
  • Condividi facilmente il tuo schermo.
  • Utilizza sottotitoli per una comprensione migliore.
  • Esprimiti con emoji e reazioni in tempo reale.
  • Alza la mano virtuale per intervenire.
  • Accedi ad altre funzionalità tramite il pulsante “⋮”.

Invitare partecipanti su Google Meet: coinvolgi chiunque in pochi click

Per invitare altri partecipanti alla riunione di Google Meet:

  1. Fai clic sull’icona dei partecipanti (rappresentata da due omini).
  2. Seleziona “Aggiungi persone”.
  3. Inserisci i nomi o gli indirizzi email dei partecipanti.
  4. Invia gli inviti tramite email per una partecipazione senza intoppi.

Come usare Google Meet su cellulare e dispositivi mobili per organizzare riunioni ovunque

Per utilizzare Google Meet sui tuoi dispositivi mobili:

  1. Scarica l’app Google Meet da Play Store (Android) o App Store (iPhone).
  2. Accedi all’app con il tuo account Google.
  3. Crea nuove riunioni o partecipa a quelle esistenti.
  4. Concedi i permessi all’app per microfono e videocamera.
  5. Sfrutta le opzioni di gestione a schermo per una partecipazione efficace.

Le funzionalità gratuite per la tua videoconferenza con Google Meet

La versione gratuita della piattaforma mette a disposizione degli utenti le seguenti funzionalità:

  • Il numero massimo di partecipanti ad una videoconferenza è 100 persone, le quali, per partecipare, dovranno, per una questione di sicurezza, accedere con il proprio account Google;
  • Numero di riunioni attivabili illimitato
  • Sottotitoli in tempo reale durante le riunioni grazie alla tecnologia di riconoscimento vocale. Al momento però questa funzionalità è possibile solamente se la lingua parlata durante la chiamata è l’inglese. 
  • Compatibilità con tutti i dispositivi. Attenzione però, non è possibile scaricare l’applicazione su pc (In questo caso vi si accede semplicemente tramite browser) mentre è possibile scaricarla sui dispositivi mobile.
  • Schermata anteprima video e audio: dopo aver cliccato il link d’accesso alla riunione, è possibile regolare videocamera e microfono per essere sicuri di essere visti e soprattutto sentiti al meglio dagli altri partecipanti. È possibile inoltre, decidere di cambiare il proprio sfondo come se avessimo dietro un green screen, scegliendo tra le opzioni di sfondo proposte (Tra queste vi potrebbero essere presto anche degli sfondi a 360°).
  • Layout regolabili e impostazioni dello schermo: il layout di Google è intelligente, infatti, si adatta in automatico per visualizzare i contenuti e i partecipanti più attivi (Ovviamente è anche possibile scegliere manualmente il layout da visualizzare).
  • Controlli per l’organizzatore della riunione: l’organizzatore può disattivare il microfono dei partecipanti nel caso fosse necessario ma non è possibile riattivarlo (Deve farlo per forza il partecipante).
  • Condivisione schermo con i partecipanti 
  • Possibilità di scambiare messaggi con i partecipanti attraverso la chat. Inoltre, dal 16 gennaio 2023 la piattaforma ha deciso di introdurre anche le emoji, da utilizzare come reazioni, al fine di permettere ai partecipanti di prendere parte attivamente alla riunione senza però dover interrompere la persona che sta parlando. Esse sono un’impostazione predefinita, ma è possibile disattivarle manualmente. 
  • Integrazione con app Google e Microsoft office in particolare con Gmail, Google Calendar e Microsoft Outlook.

Come puoi ben vedere già con le funzionalità gratuite si hanno moltissime potenzialità che potresti sfruttare nel tuo Business, ma vediamo ora quali sono le funzionalità avanzate a pagamento che potresti sfruttare grazie all’acquisto di un pacchetto G Suite.

Come fare una Videochiamata con Google Meet: Guida semplice e rapida

Hai bisogno di organizzare una videochiamata e stai cercando una soluzione affidabile e facile da usare?

Google Meet può essere la risposta che stavi cercando (e più sotto ti offriamo un’alternativa ancora migliore, promesso!).

Con la piattaforma webinar di Google, puoi facilmente connetterti con colleghi, amici o familiari in modo sicuro e senza problemi. Ecco una semplice guida su come fare una videochiamata con Google Meet.

Innanzitutto, assicurati di avere un account Google attivo. Se non ne hai uno, puoi crearne uno gratuitamente. Una volta fatto, visita il sito di GoogleMeet (meet.google.com) e fai clic su “Avvia una riunione” o “Unisciti a una riunione”.

Se, invece, hai già ricevuto un link per la videochiamata da un’altra persona che ha organizzato una riunione, fai clic su di esso per accedere direttamente alla riunione.

Una volta dentro la riunione, per videochiamare con Google Meet, assicurati di avere un microfono e una webcam funzionanti.

GoogleMeet ti darà la possibilità di selezionare i dispositivi audio e video corretti. Fai clic sull’icona del microfono per attivarlo e sull’icona della videocamera per abilitare la tua webcam. Puoi anche regolare il volume e le impostazioni video in base alle tue preferenze.

Prima di iniziare la videochiamata, puoi anche controllare le impostazioni avanzate di Meet. Puoi scegliere di condividere lo schermo del tuo computer, scrivere in chat messaggi, domande o interagire con gli altri partecipanti.

Quando tutto è pronto, fai clic sul pulsante “Inizia ora” per avviare la videochiamata con la piattaforma meeting di Google.

Puoi invitare altre persone a partecipare alla videochiamata condividendo il link della riunione con loro o aggiungendoli direttamente tramite l’opzione “Aggiungi persone” nella schermata della riunione.

Durante le video chiamate con la piattaforma meeting di Google, puoi interagire con gli altri partecipanti utilizzando le opzioni di chat, la condivisione dello schermo o la presentazione di documenti.

Google Meet offre anche funzionalità avanzate come la registrazione delle chiamate e l’integrazione con altri strumenti di collaborazione di Google e qui sotto ti presentiamo una comparativa con un’altra famosa piattaforma per riunioni online e webinar: Zoom.

Google Meet vs Zoom

Mettiamo a confronto le due principali piattaforme per riunioni a distanza presenti al momento sul mercato: Google Meet e Zoom

Innanzitutto, vediamo quali sono le caratteristiche in comune alle due piattaforme, Zoom e Google Meet:

  • Hanno una versione gratuita e delle versioni a pagamento delle quali è possibile fare una prova gratuita. 
  • Sono entrambi supportati da numerosi dispositivi sia Mobile che PC ed è possibile scaricare comodamente l’applicazione per il nostro smartphone. 
  • Hanno a disposizione una chat da utilizzare sia durante la chiamata sia in un momento successivo.
  • È necessario avere un account per partecipare ad una chiamata. 
  • È presente una limitazione al numero massimo di partecipanti: 250 per la piattaforma di Google e 500 per Zoom.
  • È  presente una limitazione al numero massimo di spettatori: 10.000 per la piattaforma meeting di Google e 100.000 per Zoom.

Questa era una panoramica generale sul perché le due piattaforme si assomigliano. Passiamo adesso a quello che probabilmente più ti interessa, ovvero, perché dovresti scegliere l’una o l’altra per le tue riunioni a distanza?

Scopriamolo analizzando i punti di forza di ognuna.

Perché scegliere Google Meet per i tuoi meeting aziendali e le sessioni di formazione

Innanzitutto, chi di noi non ha almeno una mail Google? 

Il fatto di poter utilizzare la piattaforma meeting di Google grazie al nostro account Google è sicuramente un grande punto a favore. Infatti, grazie ad unico account gratuito è possibile accedere ad una molteplicità di servizi con la possibilità di sincronizzarli tra di loro. Ad esempio. è possibile pianificare una riunione sulla piattaforma e vederla visualizzata in automatico su Google Calendar.

Come secondo punto a favore, c’è sicuramente da nominare la sicurezza e la protezione dei nostri dati, messi al sicuro dal sistema di sicurezza offerto dal colosso americano anche nella versione gratuita. 

Terzo punto a favore, è la compatibilità multipiattaforma. In pochi lo sanno, ma se si possiede un account Skype for Business o sistemi per riunioni che utilizzano Standard SIP H.323 è possibile partecipare ad una riunione anche senza possedere un account Google. 

Ultimo punto a favore: è possibile utilizzarlo per effettuare anche chiamate telefoniche a costo zero se si è utenti G suite. 

Ottimizza le tue riunioni online con Google Meet

Se stai cercando una soluzione efficace e conveniente per le tue riunioni online Meet può essere un’ottima soluzione.

Con Google Meet, puoi organizzare e partecipare a riunioni virtuali in modo semplice e pratico.

Qui di seguito ti vogliamo mostrare alcuni vantaggi di Meet e come questa piattaforma può aiutarti a ottimizzare le tue riunioni online.

Vantaggi di Google Meet

1. Facilità di utilizzo e accessibilità nelle videochiamate

Google Meet offre un’interfaccia intuitiva e facile da utilizzare, rendendo l’organizzazione e la partecipazione alle riunioni online un’esperienza senza complicazioni.

Con pochi clic, puoi creare una riunione, inviare inviti ai partecipanti e connetterti con colleghi, clienti o amici da qualsiasi luogo e dispositivo. Meet è accessibile sia da computer che da dispositivi mobili, offrendoti la flessibilità di partecipare alle riunioni ovunque ti trovi, anche senza installare applicazioni e software esterni, funzionando semplicemente via browser. Una bella comodità.

2. Videoconferenza di alta qualità

La piattaforma meeting di Google offre la possibilità di effettuare videochiamate di alta qualità, consentendoti di vedere e interagire con i partecipanti in modo chiaro e nitido. Puoi visualizzare le espressioni facciali e il linguaggio del corpo dei partecipanti, creando un’esperienza di riunione più coinvolgente, come se fossi in una sala riunioni tradizionale.

La qualità del video e dell’audio di Google Meet ti permette di comunicare in modo efficace e senza interruzioni durante le riunioni online.

3. Collaborazione e condivisione durante la videoconferenza

Con Google Meet, puoi condividere facilmente il tuo schermo, documenti, presentazioni e altro ancora durante le riunioni.

Questa funzionalità ti consente di illustrare idee, fornire spiegazioni dettagliate e collaborare con i partecipanti in tempo reale.

La condivisione dello schermo è particolarmente utile per la formazione, la presentazione di progetti e la revisione di documenti insieme agli altri partecipanti.

4. Sicurezza e privacy nelle videochiamate con Google Meet

La piattaforma meeting di Google è progettata per garantire la sicurezza e la privacy dei partecipanti alle riunioni. I tuoi dati e le tue comunicazioni sono protetti da misure di sicurezza avanzate, come la crittografia end-to-end.

Inoltre, la piattaforma di Google offre opzioni di controllo e amministrazione per gli organizzatori delle riunioni, consentendo loro di gestire l’accesso e garantire che solo le persone autorizzate possano partecipare: in questo modo puoi avere la certezza di chi effettivamente partecipa alle tue riunioni, escludendo fastidiosi estranei.

Come ottimizzare le tue riunioni online con Google Meet

1. Pianificazione e inviti

Prima di ogni riunione, pianifica con cura i dettagli come data, ora e partecipanti.

Puoi utilizzare un titolo descrittivo che richiami l’argomento principale della riunione. Invia gli inviti utilizzando la funzione di invito di Google Meet o condividendo il link diretto alla riunione con i partecipanti.

2. Struttura e organizzazione

Durante la riunione, mantieni una struttura chiara e ben organizzata.

Utilizza un ordine del giorno, comunicato in anticipo a tutti gli invitati, per guidare la discussione e assegnare compiti o responsabilità specifiche ai partecipanti, se necessario.

Questo aiuterà a mantenere la riunione focalizzata e produttiva e a ridurre i tempi delle tue riunioni online

3. Utilizza funzionalità avanzate

Esplora le funzionalità avanzate di Google Meet per migliorare l’esperienza delle riunioni.

Ad esempio, puoi utilizzare il sottotitoli automatici per rendere più accessibile la comunicazione, oppure attivare la modalità di layout a schermo intero per massimizzare la visualizzazione dei partecipanti.

4. Registrare e condividere

Se desideri registrare la riunione per rivederla in un secondo momento o condividerla con altri, utilizza la funzione di registrazione di Google Meet.

Prima, ovviamente, assicurati di ottenere il consenso dei partecipanti, garantendo loro di rispettare le normative sulla privacy e la protezione dei dati. Questo è particolarmente importante soprattutto se le webcam sono attive.

5. Coinvolgimento e partecipazione attiva

Incoraggia il coinvolgimento attivo dei partecipanti durante la riunione. Fai domande, promuovi la discussione e ascolta attentamente le opinioni e le idee degli altri. Questo contribuirà a creare un’atmosfera collaborativa e stimolante durante le riunioni online.

Con la piattaforma meeting di Google , puoi trasformare le tue riunioni online in esperienze più efficienti e coinvolgenti.

Sfrutta al massimo le funzionalità offerte da questa piattaforma per ottimizzare la tua comunicazione aziendale, la collaborazione e la produttività delle riunioni online.

Comparativa tra Google Meet, Microsoft Teams e Zoom

Dovendo scegliere tra Google Meet, Microsfot Teams e Zoom, non una risposta l’abbiamo: ma te la diciamo dopo l’immagine qui sotto.

Sicuramente Google Meet

L’immagine è tratta da Comparing Zoom, Microsoft Teams and Google Meet, molto simile a Comparing top video conferencing tools: Google Meet vs. Zoom vs. Teams

In buoan sostanza, soprattutto se guardi i punti deboli, Google meet si posiziona piuttosto bene, ma è sempre Zoom che la vince.

E anche Forbes aveva già presentato un’interessante comparativa più diretta tra Google Meet e Zoom, facendo vincere il secondo.

Se vuoi un confronto tra Google Meet vs. Zoom e Teams guarda questa immagine, tratta dal post di Devo:

comparativa Google Meet Zoom Microsoft Teams

Come sempre considera che la continua evoluzione delle piattaforme meeting e webinar porta inevitabilmente ogni comparativa come questa obsoleta appena viene pubblicato l’articolo!

Quindi prendi tutto con le pinze!

Google Meet: le risposte alle tue domande

Ecco 9 risposte alle domande più frequenti su Google Meet.

Vediamo se riusciamo a rispondere ai tuoi dubbi.

1. A cosa serve l’app Google Meet?

Google Meet è un’applicazione di videoconferenza che serve a connetterti con altre persone attraverso videochiamate.

È particolarmente utile per incontri di lavoro, lezioni online, o semplicemente per rimanere in contatto con amici e familiari.

Ecco un esempio: immagina di essere un insegnante e di utilizzare Google Meet per condurre lezioni virtuali interattive con i tuoi studenti.

2. Che differenza c’è tra Zoom e Meet di Google?

La principale differenza tra Zoom e Google Meet è che quest’ultimo è strettamente integrato con l’ecosistema di Google.

Mentre Zoom è un’applicazione indipendente, Google Meet funziona in modo sinergico con altre app Google come Google Calendar e Gmail.

Ad esempio, se utilizzi Google Calendar per pianificare una riunione, puoi facilmente aggiungere un link a Google Meet alla tua agenda.

3. Come usare Google Meet gratis?

Puoi utilizzare Google Meet gratuitamente creando un account Google, se non ne hai già uno.

Dopo aver effettuato l’accesso, puoi programmare riunioni e invitare altre persone. È possibile organizzare meeting con una durata massima di 60 minuti nelle versioni gratuite.

Immagina di voler organizzare una riunione di lavoro online con alcuni colleghi.

Puoi farlo gratuitamente utilizzando Google Meet.

4. Come faccio a scaricare Meet sul PC?

Per scaricare Google Meet sul tuo PC, segui questi passaggi:

  1. Vai al sito web di Google Meet (meet.google.com).
  2. Accedi con il tuo account Google o crea uno se non ne hai uno.
  3. Una volta effettuato l’accesso, puoi utilizzare Meet direttamente dal tuo browser senza dover scaricare alcun software. Tuttavia, se desideri un’esperienza più integrata, puoi aggiungere l’estensione di Google Meet al tuo browser.

5. Come si scarica Meet sul cellulare?

Per scaricare Google Meet sul tuo cellulare, segui questi passaggi:

  1. Vai all’App Store (per dispositivi iOS) o al Google Play Store (per dispositivi Android) sul tuo telefono.
  2. Cerca “Google Meet” nell’app store.
  3. Fai clic su “Scarica” o “Installa” per installare l’app sul tuo cellulare.
  4. Una volta installata, apri l’app e accedi con il tuo account Google.

6. Come accedere a Meet senza account Google?

Al momento, è necessario avere un account Google per accedere a Google Meet se sei l’organizzatore della riunione.

Tuttavia, puoi invitare partecipanti a una riunione anche se non hanno un account Google: quindi come partecipante, ti basta il link e un browser per entrare in un meeting.

Un consiglio pratico: usa sempre Google Chrome per ottimizzare la partecipazione a un Google Meet.

7. Come attivare Meet gratis?

Google Meet offre una versione gratuita con funzionalità limitate.

Per attivarla, basta accedere a Google Meet con un account Google esistente o crearne uno nuovo.

Dopo l’accesso, puoi iniziare a programmare e partecipare a riunioni gratuitamente.

8. Cosa si può fare con Meet?

Con Google Meet, puoi fare molte cose, tra cui:

  • Organizzare riunioni virtuali con video e audio.
  • Condividere lo schermo per presentazioni o dimostrazioni.
  • Programmare riunioni tramite Google Calendar.
  • Partecipare a riunioni da qualsiasi dispositivo, inclusi computer, tablet e smartphone.
  • Utilizzare funzionalità di chat durante le riunioni per scambiare messaggi.

9. Cosa serve per utilizzare Google Meet?

Per utilizzare Google Meet, hai bisogno di:

  • Un account Google (gratuito).
  • Accesso a un dispositivo con una connessione Internet.
  • Un microfono e altoparlanti o cuffie per l’audio.
  • Una webcam se desideri partecipare con il video.

Ricorda che puoi creare i tuoi Google Meet direttamente da Google Calendar! Molto comodo.

Ora che hai tutte queste risposte, sei pronto per sfruttare al massimo Google Meet per le tue esigenze di comunicazione online.

Allora, hai trovato le risposte alle tue domande?

Google Meet e l’Intelligenza Artificiale: la Rivoluzione?

Google, noto per le sue continue innovazioni, sta portando nuove e interessanti novità agli utenti di Google Meet attraverso l’impiego dell’intelligenza artificiale. Queste nuove funzioni renderanno le videoconferenze più efficienti e accessibili per tutti gli utenti.

Scopriamo le ultime novità introdotte nell’ambito delle videochiamate.

Prendere appunti in tempo reale con l’AI di Google Meet

Una delle caratteristiche più sorprendenti di Google Meet è la possibilità di avere un assistente virtuale, chiamato Due AI, che può prendere appunti in tempo reale durante una chiamata.

Basta un semplice clic su “prendi appunti per me” e l’app inizierà a registrare tutto ciò che viene detto durante la riunione.

Questo riepilogo sarà poi disponibile per gli utenti alla fine della chiamata, consentendo loro di recuperare facilmente ciò che è stato discusso.

Conversazioni Private con il Chatbot di Google Meet con AI

Un’altra funzione innovativa è la possibilità di avere conversazioni private con il chatbot durante una chiamata.

Questo permette agli utenti di discutere argomenti in modo privato senza interrompere la riunione principale.

Questi dialoghi possono essere salvati nei documenti per consultazioni future, rendendo il processo di collaborazione ancora più efficiente.

Partecipare alle riunioni al posto tuo. No dai!

Un’altra funzione che ha attirato l’attenzione è la capacità di Due AI di partecipare alle riunioni al posto degli utenti.

Se un partecipante non può essere presente, può semplicemente cliccare su “partecipa per me”, consentendo a Google di generare automaticamente testo e contenuti relativi alla riunione.

Questo rende possibile la collaborazione anche in assenza fisica.

Dave Citron di Google ha definito queste innovazioni come “davvero una svolta”, che cambierà notevolmente il panorama delle videoconferenze.

Queste nuove funzionalità, insieme all’uso intelligente dell’intelligenza artificiale, stanno portando le videochiamate a un livello superiore.

L’integrazione di Duet AI in Google Meet

La chiave di queste innovazioni è l’integrazione di Duet AI in tutti gli strumenti di Google, inclusi Workspace e Meet.

Questo significa che l’intelligenza artificiale sta diventando sempre più presente in tutti gli aspetti dell’ecosistema Google Cloud.

Oltre alle funzionalità avanzate per gli utenti comuni, Google sta portando l’IA anche in altri ambienti di sviluppo, come CLion, GoLand, IntelliJ, PyCharm, Rider e WebStorm.

Ciò cambierà radicalmente il lavoro degli sviluppatori, riducendo i tempi necessari per compiere attività come il refactoring del codice o la migrazione verso il servizio Cloud SQL di Google.

Google Calendar: accedi al tuo Meeting con facilità

Se desideri accedere con facilità ai tuoi meeting e ottimizzare la tua gestione del tempo, sei nel posto giusto.

Tra poco capirai come Google Calendar possa diventare il tuo miglior alleato nell’organizzazione di appuntamenti, riunioni e impegni.

Scoprirai come sfruttare al meglio questa potente risorsa digitale, garantendoti una maggiore produttività e facilitando la pianificazione della tua giornata.

Google Calendar è uno strumento di pianificazione e gestione del tempo offerto da Google, il colosso della tecnologia.

È accessibile gratuitamente a chiunque abbia un account Google, rendendolo una scelta popolare tra professionisti, studenti e chiunque desideri organizzare la propria vita in modo efficiente.

Google Calendar è un altro ottimo punto di partenza per pianificare e organizzare riunioni su Google Meet. Ecco come farlo:

  • Accedi a Google Calendar.
  • Crea un nuovo evento e inserisci i dettagli della riunione, come il titolo, l’orario e la lista dei partecipanti.
  • Seleziona l’opzione “Aggiungi conferenza” e scegli “Google Meet.”
  • Salva l’evento. Un link alla riunione sarà incluso nell’invito.

Puoi organizzare le tue riunioni utilizzando categorie come “Lavoro,” “Personale,” e “Appuntamenti Medici.”

Questo semplifica la gestione del tuo Google Calendar e ti aiuta a mantenere una visione chiara dei tuoi impegni.

Quali alternative ci sono a Google Meet?

Per una questione di comodità, molte organizzazioni (aziende, associazioni, enti pubblici, istituzioni, ecc.) rimanendo legati a una serie di variabili anche importanti (gratuità, integrazione in GSuite, ecc.) pensano che Google Meet sia il massimo a cui possono accedere.

Dal punto di vista strategico ed economico è sicuramente una scelta vincente: se hai già Google Meet, tienitelo stretto!

Funziona molto bene, è perfetto per le riunioni, si integra egregiamente con GSuite (che è semplicemente perfetta!)

In altri casi, invece, può rivelarsi utile usare anche altri strumenti, come ad esempio Zoom.

No, non fare quella faccia: ormai da più di tre anni la sicurezza, la solidità, la privacy sono state più che consolidate anche in Zoom e oggi è completamente GDPR compliant e totalmente affidabile.

Le brutte esperienze del 2020 sono solamente un vecchio ricordo e i vecchi bachi sono stati risolti già nella prima metà del 2020.

Oggi Zoom è la soluzione perfetta per chi vuole organizzare riunioni e webinar in modo molto articolato, utilizzando ad esempio le molte app già incluse in Zoom stessa.

Questo si traduce in versatilità, capace di adattarsi a diversi modelli di interazione, variabilità dell’offerta ai tuoi partecipanti.

Del resto, oggi, avere più piattaforme è piuttosto comune.

La piattaforma Zoom, infatti, è sicuramente stata pensata maggiormente per le aziende, per le attività di marketing e di business, per le esigenze professionali. 

Un esempio, è dato dal fatto che, oltre alla versione Zoom Meetings, esistono anche altre versioni, come ad esempio Zoom Webinar, sviluppate per rispondere al meglio alle richieste delle aziende. 

Se dopo aver letto questo confronto, ti sei convinto che la scelta migliore per te sia integrare alla tua Meet anche Zoom, sarai felice di sapere che è nostro partner come piattaforma Webinar: visita la pagina dedicata a tutti i nostri servizi dedicati alle piattaforme webinar per saperne di più e richiederci un preventivo.

E con questo siamo giunti alla fine di questo articolo.

Spero di esserti stata utile a comprendere tutte le potenzialità di questo strumento e se hai deciso di utilizzare proprio questa piattaforma per le tue riunioni a distanza e ti serve un aiuto con la regia dei tuoi eventi noi siamo a tua disposizione.

Se invece sei solo alla ricerca di informazioni, non esitare a contattare il nostro staff: saremo felici di risponderti!

Questo articolo è stato scritto da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *