Google Meet: cos’è, come funziona e quanto costa

google meet

In principio era Google Hangout Meet, il sistema di Google Video Conference

Innanzitutto, devi sapere che Google Meet, in buona sostanza, si chiamava Google Hangout, prima del 2017.

Il sistema Video Call Google distribuita (fino a oggi!) gratuitamente ha una storia relativamente recente ed è sempre la Voce Google Hangout di Wikipedia a fornirci la sintesi perfetta dei passaggi peculiari dalle sue origini a oggi:

Prima del lancio di Hangouts, Google aveva mantenuto diversi servizi e piattaforme di messaggistica simili, ma tecnologicamente separati, nella sua suite di prodotti. Questi hanno incluso Google Talk orientato all’azienda (basato su XMPP), Google+ Messenger e la funzione Hangouts di Google+ che forniva funzionalità di chat, voce e videoconferenza. Tuttavia, la sua suite di offerte di messaggistica sempre più frammentata e non unificata stava anche affrontando la crescente concorrenza di servizi come Facebook Messenger, iMessage e WhatsApp.

Dopo diverse vicissitudini (che puoi leggere sul link che ti abbiamo condiviso qui sopra), nel 2019 Google ha definitivamente annunciato che la versione GSuite di Hangouts sarebbe stata sostituita da “Meet” e “Chat” e avrebbe spinto la chiusura definitiva di Google Hangout a giugno 2020.

Ma a Marzo/Aprile 2020 l’esplosione di Google Meet è stata la risposta gratuita della piattaforma per tutti gli utenti, e in ottobre Google ha annunciato che anche la chat sarebbe stata resa gratuita per tutti e avrebbe sostituito gli Hangout “classici” entro il 2021.

E questa è la storia di Google Meet. Fino a oggi.

Google Meet a pagamento

Già a gennaio 2020 un Tweet di Ron Amadeo preannunciava un cambio netto nell’accesso a questa grande piattaforma meeting che è Google Meet, lasciando intuire che avrebbe successivamente seguito i modelli di altre piattaforme come Zoom e GoTo: gratuitamente hai limiti di tempo e/o di numero di partecipanti, a pagamento questo limite viene meno.

Così Google Meet è diventata una piattaforma a pagamento: per avere tutte le sue funzionalità devi pagare un abbonamento mensile.

Da questo scaturiscono alcune riflessioni che ci teniamo per dopo.

Intanto la grande domanda da porti è…

Quanto costa Google Meet

Il prezzo di GoogleMeet ovviamente può variare nel tempo. Al momento i prezzi della piattaforma meeting di Google sono agganciati come sempre a Google Suite. Quindi il costo di GoogleMeet dipende dal piano che scegli per l’intera G-Suite (come puoi vedere dalla pagina prezzi di G-Suite per l’Italia)

In questo momento l’abbonamento basic di G Suite costa poco meno di 5 euro mese e prevede per la piattaforma Google Meet massimo 100 partecipanti senza limiti temporali alle singole sessioni, senza possibilità di registrazione della sessione, senza alcun tipo di monitoraggio della partecipazione e senza elininazione del rumore e live streaming all’interno del dominio.

Con quasi il doppio al mese (meno di 10 euro al mese) le riunioni oassano a un numero massimo di 150 partecipanti e con la possibilità della registrazione.

Per avere il monitoraggio della registrazione devi spendere 15,60 euro al mese con il piano Business Plus e passare al livello Enterprise (con preventivo ad hoc) per avere riunioni con 500 partecipanti, registrazione, monitoraggio delle partecipazioni, eliminazione rumore, live streaming interno al dominio.

Quindi qual è il costo annuo di G-Suite e quindi di Google Meet?

  • 4.68 al mese e quindi 56,16 euro l’anno per avere solo la riunione con 100 persone senza limiti di tempo – Piano Business Starter
  • 9,36 al mese e quindi 112,32 euro l’anno per avere fino a 150 partecipanti con la registrazione – Piano Business Standard
  • 15, 60 al mese e quindi 187,20 euro l’anno per avere fino a 500 partecipanti, la registrazione e il monitoraggio delle partecipazioni – Piano Business Plus

Chiaramente Google suite prevede delle agevolazioni molto interessanti per enti, scuole, università nel suo piano Education come puoi vedere dalla pagina prezzi e soluzioni G-Suite Education

Perchè organizzare Meet Google con questa piattaforma

E qui arriva la nostra prima vera domanda.

All’alba della primavera 2020 eravamo tutti bloccati in casa. Il panico pervadeva l’esistenza di ogni Responsabile IT che doveva trovare un modo veloce per fare interagire i dipendenti dell’azienda senza usare Skype.

Google è stato davvero come la manna dal cielo: veloci come la luce hanno donato a chiunque ne avesse bisogno una piattaforma performante e di qualità per interagire online. Come fece Zoom, sbaragliando la concorrenza e assumendo un nuovo ruolo come leader di mercato, non per forza tecnico ma almeno in temrini di posizionamento nella memoria di tutte le persone.

La piattaforma Google per organizzare riunioni ha i suoi limiti ma in linea di massima il fatto che fosse gratuita faceva immediatamente dimenticare questi vincoli, così come il poco controllo di molti aspetti (la pagina di iscrizione, l’accesso, le modalità di condivisione di informazioni e materiali, ecc.).

Ma oggi, ha ancora senso con il nuovo modello di pricing adottare Google Meet per riunioni e webinar?

Google Meeting, webinar e videoconferenze: conviene?

Dal punto di vista tecnico, no. La risposta è netta e dettata da migliaia di ore passate a organizzare webinar, aule virtuali ed eventi online per i nostri clienti (e per noi, ovviamente).

Le funzionalità di piattaforme solide, performanti, ricche di funzionalità come GoTo e Zoom lascia tanta strada alle spalle. Detto diversamente, A mio modesto parere –  e potrei sbagliarmi – Google Meet deve lavorare parecchio sulla propria piattaforma per competere con i due colossi di cui siamo distributori dal 2014!

Non solo: dal punto di vista funzionale, Google Meet serve per organizzare Meeting, quindi riunioni, sessioni collaborative, webmeeting (se non cogli la sfumatura ti consiglio di leggere l’articolo Webmeeting vs Webinar, qual è la differenza?).

Per i webinar solo GoTo e Zoom pososno offrire un’esperienza utente, amministratore e relatore professionale e adatta a funzioni business.

Ma veniamo al punto di vista economico.

Con il costo Google Meet cosa potresti avere come altra piattaforma?

Ci siamo studiati bene il pricing di GoTo e Zoom e con il valore massimo speso all’anno di circa 200 euro per la piattaforma di G Suite, potresti acquistare:

  • La soluzione Zoom Pro per circa 140 euro con massimo a 100 partecipanti, la nuova funzionalità di lavagna condivisa, Messaggistica, Condivisione chat e file di gruppo, 5 GB di archiviazione
  • La soluzione GoTo Business con pochi euro in più rispetto a Zoom Pro per circa 170 euro con 250 partecipanti e una marea di funzionalità aggiuntive (vedi pagina GoTo per i prezzi)

Cosa significa tutto ciò?

Che per funzionalità e prezzo, probabilmente le due piattaforme dominanti Zoom e GoTo rappresentano una soluzione molto preferibile rispetto a Google Meet anche in termini economici.

Ma esiste un grande MA: con Google Meet hai inclusa tutta la G-Suite e questo rappresenta un plus impresisonante, se consideri tutto ciò che vi è incluso come puoi vedere dalla pagina dell’offerta G Suite.

Ora hai le carte in regola per scegliere, e il mio consiglio personale è: chiedi ai maggiori esperti di piattaforme, distributori sia di GoTo che di Zoom. Scoprirai che una piattaforma webinar o webmeeting può costare molto meno di quello che pensi e sceglierai la piattaforma più adatta alle tue esigenze, senza inutili spese o costi extra.

Ora, facciamo finta che non ti abbiamo ancora convinto. Bene, come puoi usare meglio Google Meet?

Google Meet come funziona e come si usa

Usare Google Meet è molto semplice, basta collegarsi al sito dell’applicazione https://meet.google.com/ e cliccare su un pulsante per avviare una riunione e un altro pulsante per invitare chi vogliamo.

Dunque un’operazione effettuabile da qualsiasi pc utilizzando uno tra questi browser: Chrome, Edge, Safari e Firefox anche se non tutte le funzioni sono disponibili allo stesso modo in tutti i differenti browser.

Va ricordato quanto abbiamo scritto più sopra: Google Meet è una piattaforma di videoconferenza concepita e progettata principalmente per connettere le persone, per lavorare a distanza in tempo reale e per organizzare riunioni. Quindi è poco adatta a webinar in cui vogliamo tenere bene distinti i ruoli dei partecipanti, dei presentatori e degli organizzatori.

Come già detto, Meet è agganciato a G Suite e quindi devi avere un piano adatto alle tue esigenze come ti abbiamo descritto qui sopra.

Come avviare una riunione con Google Meet

Per avviare una riunione o un meeting con Meet basterà collegarsi al sito e cliccare su “Nuova riunione” e decidere se avviarla immediatamente o pianificarla per un momento successivo.

Molto diretto e semplice.

Una volta entrati potremo decidere di condividere le slide, lo schermo, la webcam e, ovviamente, la voce: per fare tutto, se siamo gli organizzatori, basta un click sulle relative icone.

Molti poi si chiedono come aggiungere persone a una riunione su Google Meet?

Anche da questo punto di vista le funzionalità sono molto semplici: puoi aggiungere persone in due modi: copiando il link di partecipazione in un messaggio di chat o per email oppure cliccando su aggiungi persone, inserendo direttamente il loro indirizzo email.

Come partecipare a una riunione con Google Meet

Allo stesso modo, la semplicità di accesso a una riunione come partecipante è molto diretta e semplice. A seconda di come è stata configurata la riunione e condiviso il relativo link, puoi trovarti in una di queste situazioni:

  • Cliccare sull’url che ti hanno condiviso della riunione (che può essere copiato e incollato ovunque) e aprire la relativa app sul dispositivo mobile oppure via browser
  • Cliccare sul link condiviso dentro un evento pianificato con Google Calendar, da cui poi verrà aperta l’app se installata oppure il browser
  • Partecipare direttamente dal browser inserendo il codice univoco della riunione


Quindi hai sostanzialmente 3 modi per partecipare a una riunione video su Google Meet: partecipare alla riunione video accedendo dall’evento di Google Calendar; inserendo il codice riunione nell’apposito spazio su https://meet.google.com/ oppure usando l’URL del link alla riunione ricevuto via chat o via email.

Attenzione: il codice riunione di Google Meet viene generato automaticamente in concomitanza alla creazione della riunione.

Come scaricare Google Meet

Non è possibile scaricare Google Meet, infatti non esiste un applicativo Windows o Mac.

Per una specifica scelta aziendale Google Meet è raggiungibile via browser su pc, mentre per i dispositivi mobili sono disponibili le app Android e iOs.

Una volta scaricata l’app, solitamente segue le configurazioni standard dell’intera galassia Google: ti chiederà username e password del tuo accesso a G-suite ed eventuali doppie autenticazioni (se le hai configurate). Successivamente potrai accedere a tutte le funzionalità di Google Meet.

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.