Cos’è il marketing interattivo e come usarlo in azienda

Il marketing interattivo è un insieme di pratiche che utilizza immagini o video accattivanti per coinvolgere il pubblico attraverso i contenuti. Il suo obiettivo è catturare l’attenzione dei consumatori e presentare il prodotto o servizio in modo creativo.

Questa strategia di marketing si è rivelata estremamente efficace per aumentare l’engagement dei clienti e, quindi, migliorare i tassi di conversione e fidelizzazione. Allo stesso tempo, permette alle aziende di ottenere preziose informazioni sui consumatori in modo tale da adattare l’offerta ai bisogni specifici della domanda.

Scommetto che vorresti già applicare il marketing interattivo alle tue campagne, ma per farlo devi conoscere esattamente di cosa si tratta. Vediamolo insieme.

I formati del marketing interattivo

Data l’alta competitività del mercato attuale e la sua rapida evoluzione, le aziende sono sempre alla ricerca di nuovi modi per distinguersi. Scegliere un formato originale o attraente per la tua campagna di marketing può quindi essere la mossa vincente per avere successo.

Per sorprendere i tuoi consumatori ed aumentare il loro engagement, il marketing interattivo mette a disposizione diverse strategie, ciascuna basata su specifici formati:

  • Video interattivi: il video è uno dei formati più coinvolgenti e quindi rappresenta un ottimo modo per spiegare un argomento o intrattenere il pubblico. È possibile arricchire i video con CTA e funzionalità interattive, come domande a cui gli spettatori devono rispondere cliccando una delle risposte a scelta multipla sullo schermo. Altri formati interessanti sono i video a 360 gradi che permettono all’utente di vivere un’esperienza immersiva in paesaggi e mondi inediti.
  • Quiz, survey e sondaggi: sono lo strumento più usato per coinvolgere e interagire con il pubblico. Puoi crearli su qualsiasi argomento e usarli nei video, sui social media o anche sul tuo sito web.
  • Contenuti personalizzati: in questo caso, parliamo di marketing personalizzato e consiste nell’inviare al cliente una serie di messaggi che rispondano esattamente alle sue esigenze. Ad esempio, rivolgersi all’utente per nome nelle e-mail o presentare annunci specifici in grado di soddisfare i suoi bisogni individuali.
  • Storytelling interattivo: fa uso di infografiche, gif, video, mappe cliccabili, grafici e altri supporti visivi per spezzare il testo e impedire che i lettori si annoino.
  • Calcolatori: per organizzazioni e privati che sono alle ricerca di informazioni numeriche e vogliono mostrare dati, i calcolatori possono essere di grande aiuto.

I vantaggi del marketing interattivo

Perché dovresti investire in una strategia di marketing interattivo? La risposta è molto semplice: queste tattiche offrono diversi benefici per le aziende:

  • Migliora i tassi di conversione: ti sarà sicuramente capitato di vedere su annunci o siti web pulsanti con la scritta “acquista ora” o “aggiungi al carrello”. Tutto questo è marketing interattivo che, stimolando all’azione, offre ai clienti la possibilità di effettuare un acquisto immediato. Di conseguenza, ha un effetto positivo sui tassi di conversione.
  • Aumenta il coinvolgimento del pubblico: l’interazione è ciò che rende l’esperienza di acquisto unica. Ecco perché formati come i quiz online, i contenuti personalizzati e i video interattivi sono così utili per aumentare il coinvolgimento e la soddisfazione del cliente.
  • Permette feedback istantanei: il marketing interattivo consente di dialogare direttamente con il pubblico attraverso strumenti come sondaggi o quiz. Questo ti permette di ricevere feedback istantanei sulla tua offerta, sito web e molto altro.

Tutti questi vantaggi presentano in modo accattivante il marketing interattivo. Ma per far si che non rimangano soltanto teoria, è necessario sapere come metterlo in atto nel concreto. Ecco perché nel prossimo paragrafo ti mostrerò alcuni esempi di come l’interazione sia stata usata con successo nelle strategie di marketing.

Alcuni esempi di marketing interattivo

Negli ultimi anni, sempre più aziende hanno deciso di integrare il marketing interattivo all’interno della loro strategia di vendita. Ci sono, dunque, numerosi esempi da cui puoi prender spunto per iniziare anche tu a costruire la tua strategia. Di seguito, ti presenterò due casi esemplari:

Built to last, un evento virtuale interattivo di Wistia

La nota piattaforma video ha sfruttato i formati del marketing interattivo per creare qualcosa di completamente originale: la prima conferenza audio per brand builder. Senza dover fissare lo schermo o essere bloccati alla scrivania, il formato audio ha permesso al pubblico di partecipare in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo (in palestra, durante una passeggiata, al supermercato ecc.).

Gli ascoltatori avevano, inoltre, la possibilità di scegliere le sessioni a cui volevano partecipare. In questo modo, il pubblico poteva selezionare il contenuto più in linea con i suoi interessi e risparmiare tempo prezioso passato altrimenti ad ascoltare informazioni non rilevanti.

Le sessioni duravano circa 25-35 minuti e non erano organizzate in un programma rigido. Ciò rendeva l’evento più accessibile in quanto ogni individuo sceglieva l’ordine di ascolto dell’audioconferenza.

Scozia dal cielo, un evento immersivo realizzato da BBC Scotland

Ecco un esempio di quelli che possiamo definire virtual tour, in questo caso non di uno stabile o edificio bensì di uno splendido paesaggio. Si tratta di un video a 360 gradi che aveva l’obiettivo di portare lo spettatore all’interno della valle scozzese di Glen Coe, uno dei posti più suggestivi al mondo secondo la famosa guida turistica Rough Guides.

Questo formato video ha avuto sicuramente un grande impatto sugli spettatori. Da una parte ha aumentato il coinvolgimento, spingendoli a condividere il contenuto con altri. Dall’altra, BBC Scotland è stata in grado di catturare il pubblico e portarlo all’interno di un’esperienza unica. La possibilità di sperimentare il paesaggio da un punto di vista intimo e da ogni angolazione possibile, ha fatto sentire l’individuo come se fosse davvero lì.

Applicare il marketing interattivo alle tue campagne

Non c’è un unico modo per applicare il marketing interattivo alle tue campagne. Come abbiamo detto, i formati sono diversi e ciascuno di questi è più adatto a un business piuttosto che a un altro.

Gli esempi citati nel paragrafo precedente sono un ottimo punto di partenza e ti possono dare alcuni spunti utili da applicare alla tua strategia. In generale, però, quando crei contenuti interattivi per le tue campagne, dovresti pensare a:

  • Come rompere le aspettative e attirare l’attenzione del pubblico
  • Personalizzare al meglio l’esperienza per ogni singolo potenziale cliente
  • Rendere il più accessibile possibile il contenuto e stimolare l’audience all’azione

Tenendo a mente questi semplici punti, sarai in grado di costruire contenuti accattivanti, coinvolgenti e d’interesse per i tuoi clienti. Tutto ciò avrà conseguenze positive in termini di conversioni e ROI.

Quindi, cosa aspetti a usare il marketing interattivo nelle tue campagne per sfruttarne tutti i vantaggi? Noi di WebinarPro possiamo aiutarti a realizzare contenuti su misura per te. Contattaci per saperne di più.

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.