Mini guida: come creare un corso online in 10 step

corso online

Un corso online è un ottimo strumento per vendere le proprie competenze. Difatti, sono numerosi i professionisti che hanno deciso di monetizzare conoscenze ed esperienze, rendendole disponibili su piattaforme digitali. E se anche tu vuoi entrare a far parte del business dei corsi online, questo articolo è quello che stai cercando: una mini guida per creare un corso online in 10 step. Iniziamo!

Corso online: i vantaggi

Sicuramente, la prima cosa che ti starai chiedendo è: perché dovrei iniziare a vendere corsi online? La risposta è molto semplice e la trovi nei numerosi vantaggi che questo nuovo business offre. Infatti, un corso online:

  • È economico. Tutto ciò di cui hai bisogno per iniziare è una piattaforma sulla quale caricare i tuoi contenuti. E sebbene molte di queste offrano diverse soluzioni a pagamento, il costo sarà comunque inferiore rispetto a qualsiasi altro business. Anche per quanto riguarda l’attrezzatura non è necessario un grosso investimento: una videocamera economica, un’illuminazione di base e un microfono di fascia media sono più che sufficienti per muovere i primi passi.
  • È scalabile. I prodotti digitali offrono la possibilità di creare un’unica risorsa e venderla potenzialmente a milioni di persone in tutto il mondo e in qualsiasi momento. Il tutto con pochi e semplici clic.
  • Si aggiorna facilmente. Se tu avessi deciso di stampare un libro, modificarlo sarebbe costato molto. Fortunatamente, parliamo di corsi online e per il loro aggiornamento potrai spendere ben poco. Inoltre, ogni cambiamento del contenuto è subito disponile per il tuo pubblico in ogni parte del mondo.
  • Ha margini elevati. I corsi online possono avere margini di guadagno molto alti. Difatti, tolti i costi di produzione e marketing, tutto ciò che rimane è il tuo profitto. E i guadagni non terminano con la “messa in onda” del corso: restando sempre disponibile, potrai generare entrare continue.
  • È misurabile. Se scegli di erogare il tuo corso online su un Learning Management System, avrai la possibilità di misurare le performance dei tuoi studenti e del tuo prodotto. Esami, verifiche e test sono un ottimo strumento per monitorare i progressi del pubblico e prestare attenzione ad aspetti del corso che devi migliorare.

Come creare un corso online in 10 step

Scoprire tutti i vantaggi di creare un corso online, ti ha sicuramente fatto venire ancora più curiosità su come crearne uno. Ecco quindi una guida dettagliata che ti spiega cosa fare.

1. Scegli l’argomento del corso online

Al giorno d’oggi, è possibile trovare un corso online su qualsiasi argomento: dal video editing, alla scrittura online, fino all’imprenditorialità. Per battere la concorrenza, devi quindi scegliere con attenzione il tema che vuoi trattare nel tuo e-learning.

Per scegliere l’argomento giusto, dovresti tenere in considerazione 3 fattori:

  • Le conoscenze, le competenze e la credibilità che possiedi in merito a un determinato tema: chi si approccia per la prima volta a un corso online vuole imparare da esperti con un percorso di successo alle spalle. Chiediti quindi se puoi essere tu il professionista giusto.
  • Passione verso l’argomento di cui vuoi parlare. Creare un corso online richiede molte energie e tempo. Quindi, è essenziale avere entusiasmo verso l’argomento scelto e impegnarsi per trasmetterlo al pubblico.
  • Presenza di una domanda di mercato elevata: assicurati che il tuo tema abbia un alto volume di ricerca su motori come Google, o che parli di competenze molto richieste, magari di un settore in crescita, o ancora che esista un gap di mercato che puoi riempire.

Per creare il tuo corso online, non possono quindi mancare una conoscenza approfondita del settore, competenza, credibilità e passione per l’argomento. Solo in questo modo, potrai distinguerti dalla concorrenza e trasmettere un valore aggiunto ai potenziali clienti.

2. Fai ricerca sui clienti

Capire a chi è rivolto il tuo corso online è un passaggio fondamentale nel percorso di vendita e-learning. Prima ancora di iniziare a pianificare i contenuti, è opportuno condurre ricerche di mercato per definire il tuo cliente ideale. Ciò ti permetterà di:

  • Immedesimarti nei tuoi potenziali ascoltatori e comprendere le loro esigenze conoscitive.
  • Capire i problemi dei tuoi futuri clienti e offrire un corso online in grado di risolverli.
  • Definire gli obiettivi dei tuoi studenti, ovvero il risultato che si aspettano di raggiungere con il tuo corso.
  • Vendere più facilmente il videocorso formativo, grazie alla costruzione del profilo del cliente ideale e alla progettazione di azioni di marketing mirate.

Infine, per costruire la tua buyer personas, usa un approccio di ricerca utente metodologica e non limitarti ad ipotesi e conversazioni casuali. Alcuni strumenti che ti possono essere utili sono:

3. Scegli il formato giusto

Un corso online può avere diversi formati. I più usati sono:

  • Mini-corsi: un ottimo punto di partenza per iniziare un percorso e-learning. Si preparano in poco tempo e sono un efficace strumento di marketing, da usare ad esempio come lead magnet.
  • Corsi di più giorni: vere e proprie lezioni digitali che possono includere video preregistrati, diversi moduli e materiali formativi aggiuntivi. Solitamente, richiedono più giorni per essere completati e il loro costo è decisamente più elevato rispetto a un mini-corso online.
  • Masterclass: tipologia di corso online che può durare settimane o mesi e ha l’obiettivo di fornire al pubblico una guida completa per svolgere una determinata attività con successo. Se ti stai approcciando al mondo della formazione digitale per la prima volta, non è consigliabile cominciare con una masterclass.

La scelta del formato deve tenere in considerazione il tuo livello di esperienza, il livello di approfondimento dei contenuti e la disponibilità economica dei tuoi potenziali clienti.

4. Verifica che ci sia domanda di mercato

Come già accennato in precedenza, prima di lanciare un nuovo progetto è sempre necessario validare l’idea di business. Verifica quindi che esista una domanda di mercato elevata prima di iniziare a costruire il tuo corso online.

Uno dei modi più semplici ed efficaci per constatare l’esistenza di una domanda di mercato è quello di lanciare una versione base minima del tuo corso. Solitamente, si tratta di un mini-corso o un webinar gratuito che consentono di verificare l’interesse dei potenziali clienti verso la vostra offerta.

5. Metti il corso in prevendita

Vendere il corso online ancora prima di averlo creato è una strategia che ti permetterà di ridurre i rischi ed evitare di impegnare tempo e denaro per un prodotto che nessuno vuole acquistare.

Mettere in prevendita il corso permette anche di ricevere un feedback anticipato dai clienti e iniziare a guadagnare per finanziare la creazione del progetto e-learning. Tutto ciò che ti serve per attuare questa strategia è una landing page accattivante e un incentivo che spinga i potenziali clienti ad acquistare.

Pensa quindi ad un titolo, un argomento e un outline per dare agli utenti un’idea della tua offerta formativa e poi fissa un obiettivo per la prevendita. Solo in questo modo potrai capire se il tuo corso online potrà avere successo.

6. Crea un outline per il corso

Definire un outline significa stabilire quali contenuti tratterai nelle varie lezioni, dividere il percorso formativo in moduli e creare una struttura che renda più facile la fruizione e la comprensione dei concetti trattati.

Il mio consiglio è di metterti nei panni dei tuoi studenti e partire dall’obiettivo finale per progettare i contenuti.

Ecco come creare un outline per il tuo corso online:

  • Suddividere i contenuti in moduli e lezioni, decidendo per ciascuna di queste un obiettivo di apprendimento che i tuoi studenti dovranno raggiungere.
  • Stabilire il formato del corso e decidere se arricchire le lezioni con contenuti video, registrazioni dello schermo, materiali formativi extra e contenuti scaricabili.

L’obiettivo finale è quello di realizzare un corso mirato e facilmente fruibile. Quindi, conduci ricerche sui formati più utilizzati e preferiti dagli studenti per rendere il tuo corso online più coinvolgente.

7. Stabilisci il prezzo del corso online e gli obiettivi di vendita

Per stabilire il prezzo del tuo corso online, dovrai prendere in considerazione diversi fattori, ovvero:

  • La tipologia di corso: un mini-corso può essere gratuito o avere un prezzo molto accessibile, un corso di più giorni si colloca in una fascia media, mentre una masterclass ha un costo elevato.
  • Mercato di nicchia e argomento del corso: è essenziale adeguare il prezzo al settore e alla sensibilità dei tuoi clienti rispetto al prezzo.
  • Marketing: i costi relativi alle azioni di marketing fanno parte a tutti gli effetti del prezzo finale del corso online.
  • Autorevolezza di chi crea il corso: i clienti sono disposti a pagare di più se chi crea il corso è un professionista considerato leader nel settore.

Altro punto fondamentale per stabilire il prezzo è studiare la concorrenza. Ciò ti consentirà di proporre un’offerta di maggiore valore e stabilire il prezzo di conseguenza. Alla fine, ciò che conta è essere realistici: non svendere il tuo corso, ma allo stesso tempo non esagerare con cifre troppo alte.

L’ultimo passaggio necessario per stabilire il prezzo del tuo percorso formativo è definire degli obiettivi di vendita, in base ai quali scegliere le strategie di marketing migliori.

8. Scegli la piattaforma e-learning più adatta

Dove vuoi pubblicare il tuo corso online? La scelta della piattaforma e-learning è un altro step fondamentale che può determinare il successo o l’insuccesso della vostra offerta formativa.

Possiamo suddividere le piattaforme per corsi online in 3 categorie:

  • Stand-alone: sono piattaforme che permettono un maggiore controllo su contenuti e dati. Ad esempio Teachable.
  • All-in-one: sono software che integrano tool di marketing, website builder e spazio per la pubblicazione dei contenuti in un’unica dashboard. Solitamente, sono le più costose, ma la presenza di tutti i diversi strumenti in un unico luogo è sicuramente un fattore da non trascurare. Un esempio è Jiolli.
  • Marketplace: sono piattaforme che, oltre allo spazio su cui caricare il corso online, mettono a disposizione un pubblico che puoi sfruttare per ottenere maggiore visibilità. Ad esempio Udemy.

Scegliere la piattaforma giusta può essere difficile, soprattutto per via delle numerose soluzioni che il mercato di software e-learning mette a disposizione.

9. Lancia e promuovi il tuo corso

Una volta creato il tuo corso online, il lavoro non si conclude qui! Dovrai infatti implementare una strategia di marketing per promuovere il videocorso, lanciarlo sul mercato e farlo conoscere al tuo pubblico.

Ecco alcune strategie che puoi utilizzare nella fase di promozione:

  • E-mail marketing: raccogli contatti interessati e condividi con loro aggiornamenti, informazioni e sconti relativi al tuo corso online.
  • Partecipa a un podcast: è un ottimo modo per aumentare la tua autorevolezza, farti conoscere da nuovi potenziali cliente e, infine, promuovere il tuo prodotto.
  • Social media marketing: scegli i canali più adatti al tuo target e pensa ad una strategia di social media marketing che offra contenuti di valore in modo coerente.
  • Annunci a pagamento: puoi creare inserzioni con Google Ads o Facebook Ads per convertire i tuoi clienti ideali in acquirenti.
  • Usare tecniche SEO: si tratta di metodi impiegati per ottimizzare il sito web e farlo apparire tra i primi risultati sui motori di ricerca. In questo modo, il tuo pubblico potrà trovarti più facilmente.
  • Content marketing: offri contenuti formativi gratis alla tua nicchia di mercato. Così facendo, aumenterai la tua autorevolezza, otterrai un miglior posizionamento per il tuo corso online e convertirai più facilmente gli utenti in clienti paganti.

Quando si parla di marketing, la parola d’ordine è: sperimentare. Prova diverse strategie, usa canali diversi e osserva ciò che funziona e cosa invece no. Una volta individuate le azioni più di successo, abbandona tutto il resto e concentrati solo su quelle.

10. Raccogli feedback e recensioni

Le recensioni sono una delle prime cose che guardiamo quando dobbiamo acquistare un prodotto, un servizio o un’esperienza. E sono un elemento fondamentale anche per il tuo corso online.

Raccogliere feedback di clienti soddisfatti e condividerli con il tuo pubblico farà aumentare il valore della tua offerta e il numero di persone che vorranno acquistare il tuo prodotto.

Tutto ciò devi fare è chiedere un feedback alle persone che hanno completato il tuo corso online. La richiesta deve essere quanto più specifica possibile e in grado di far emergere i benefici e i risultati che i clienti hanno avuto grazie al corso.

Chiedere delle recensioni non serve solo a ottenere testimonianze da mostrare a nuovi potenziali clienti. Ma possono essere utili anche per capire quali parti del corso sono particolarmente piaciute e quali invece necessitano di migliorie e aggiustamenti. Un ottimo strumento anche per produrre contenuti futuri sempre di maggiore qualità.

Crea subito il tuo corso online

Quante cose puoi condividere con un corso online? Informazioni, conoscenze, competenze ed esperienze in grado di creare valore. Realizzare un percorso e-learning significa prendere le tue passioni e farne un prodotto digitale con cui aiutare gli altri ad apprendere nuovi concetti e, allo stesso tempo, guadagnare in modo proficuo.

Per di più, questo è il momento ideale per entrare nel business dell’e-learning. Difatti, il mercato della formazione online è in continua crescita e si stima raggiungerà i 650 miliardi di dollari entro il 2026. Cosa aspetti quindi?

Approfitta del nostro servizio dedicato ai corsi online che trovi qui e inizia subito a guadagnare con le tue conoscenze.

Per maggiori informazioni contattaci cliccando qui.

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.